Mustang Mach-E, con l’Intelligent Range stime affidabili sull’autonomia di marcia

L'analisi di più parametri di utilizzo e, in seguito, delle condizioni di traffico in tempo reale, permettono stime accuratissime dall'Intelligent Range di Mustang Mach-E circa l'autonomia di marcia residua

Stile di guida, temperatura, tipologia di percorso, l’autonomia di marcia di un’auto elettrica è condizionata – o meglio, è funzione di – molteplici variabili. Ford Mustang Mach-E, primo suv elettrico della casa dell’Ovale blu, arriverà su strada con l’Intelligent Range e un’evoluzione futura già delineata, un aggiornamento over-the-air, sistemi grazie ai quali saprà indicare al guidatore una stima puntuale dell’autonomia residua dall’energia presente nel pacco batterie.

mustang mach-e

MUSTANG MACH-E INTELLIGENT RANGE

L’Intelligent Range è, da subito, dispositivo in grado di esaminare molteplici parametri durante la guida, dai quali prevedere quanta strada sarà possibile ancora percorrere. In tema di autonomia di marcia, Mustang Mach-E punta l’obiettivo dei 600 km nel ciclo WLTP con la specifica di batteria più grande, un dato ancora in attesa dell’omologazione.

Approfondisci: Mustang Mach-E, il suv della svolta elettrica e digitale

L’elettronica prende in considerazione le abitudini di guida di chi è al volante, le previsioni meteo, i dati collezionati dalla flotta di Mach-E che andranno su strada e avranno attiva la condivisione delle informazioni via cloud.

Quest’ultimo scenario va da sé come possa operare al meglio in stretta relazione con il numero di Mach-E a macinare chilometri, in particolare consentirà di definire quanto un determinato tragitto influisca sulle prestazioni della batteria e il consumo energetico, rendendo possibile ricavare un parametro da mettere a disposizione di guidatori che, su un dato segmento di strada, con il loro Mustang Mach-E non sono mai transitati. 

AUTONOMIA, PREVISIONI AFFIDABILI

“I clienti dei veicoli elettrici devono poter fare affidamento sulle stime di autonomia. Le persone vogliono essere certe di riuscire ad arrivare là dove devono, che sia un viaggio o rientrare a casa dal lavoro. La nostra nuova funzione Intelligente Range aiuta a garantire ai proprietari di Mustang Mach-E nel mondo la conoscenza su dove si troveranno in anticipo, rendendoli liberi di godersi il viaggio”, ha spiegato Darren Palmer, direttore Ford global per i veicoli elettrici a batteria.

Leggi anche: 7 giorni al volante della Mustang “old school” V8

TRAFFICO E PERCORSO SVILUPPI FUTURI

Autonomia di Mustang Mach-E

L’evoluzione successiva sarà nell’attivazione della funzione over-the-air, il monitoraggio dell’andamento del traffico in tempo reale, fattore aggiuntivo da prendere in esame per determinare l’autonomia residua; non sarà l’unico elemento extra, vista la possibilità di calcolare quanto, l’altimetria di un tratto di strada e la tipologia di terreno, andranno a erodere l’energia della batteria.

ASSISTENZA STRADALE DEDICATA 

Ford, con la presentazione del suo primo progetto elettrico a batterie, ha anche strutturato il programma BEV Roadside Assistance, un “angelo custode” sotto forma di assistenza stradale nel caso in cui si resti a secco di energia: è garantito il ritorno a casa o presso un punto di ricarica pubblica o, ancora, un concessionario Ford attrezzato sulle esigenze dei clienti di un’auto elettrica.

Approfondisci: 10 auto elettriche dalla maggiore autonomia

Tanti più dati sono disponibili per l’analisi, tanto più precisa può essere la stima dell’autonomia residua, fattore sul quale sappiamo incidano anche le condizioni meteo e, nello specifico, situazioni anomale di caldo o freddo: esiste una fascia di funzionamento ideale del pacco batterie, per questo motivo dotato di sistemi di raffreddamento in grado di garantire le temperature ottimali, che sia durante le fasi di guida o prima di un’operazione di ricarica, magari da postazioni pubbliche veloci.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia