Mustang Mach-E, suv della svolta elettrica e digitale

Il suv elettrico Ford è Mustang Mach-E. L'edizione speciale First Edition porterà l'esordio sul mercato nel 2020. Novità SYNC evoluto per la Mustang elettrica standard o extended range

Il pony è sempre lì, in bella mostra sulla calandra. Non altrettanto le linee fastback di sempre, piuttosto, quelle di Mustang Mach-E. Il primo sport utility con il “bollino” Mustang riassume un carico di novità tecnologiche con richiami evidenti nello stile alla Mustang coupé.

Mustang Mach-E GT

MUSTANG MACH-E

L’uscita sul mercato del suv elettrico Mustang è fissata nel corso del 2020, quando si potrà completare l’ordine per quanti avranno opzionato un esemplare dal sito internet Ford, raccolta già avviata. Diverse proposte di allestimento, differenziate per sistema di trazione e pacco batterie. 

LE CARATTERISTICHE DEL SUV MUSTANG ELETTRICO

Il suv elettrico Mustang conserva una fedeltà nel design, se confrontato con la coupé, piuttosto interessante. Il frontale propone la calandra interamente chiusa, sebbene con un design – insieme ai gruppi ottici – evocativo. Linee sportiveggianti, andrà a rivaleggiare con Tesla Model Y, ad esempio, pur con tutt’altre carte quanto ad appeal estetico.

Approfondisci: 7 giorni al volante di Mustang, ecco come va la V8 

Dove si colloca Mach-E? Le dimensioni indicano uno sport utility di taglia media, con una lunghezza di 4,72 metri per un’altezza di 1,60 metri, a fronte di un passo molto ampio, ben 2,97 metri. I dati diffusi secondo le misurazioni destinate al mercato europeo indicano, inoltre, un volume utile di 402 litri nel bagagliaio, ai quali sommare i 100 litri del Frunk (front trunk, bagagliaio anteriore), un pozzetto – dotato di sistema drenante – ricavato sotto il cofano anteriore. 

SCHEDA TECNICA DI MUSTANG  MACH-E, GT AL VERTICE

Dimensioni di Mustang Mach-E

Tocca le corde del dinamismo nel design senza deludere sui numeri della scheda tecnica. Verrà proposto in più versioni e configurazioni. Due o quattro ruote motrici, realizzate installando due motogeneratori elettrici, avrà potenze che spazieranno dai 255 ai 465 cavalli, passando per le versioni da 282 e 332 cavalli.

Leggi anche: Quanto costa noleggiare Ford Kuga?

Mustang Mach-E GT è la proposta top di gamma, dotata del pacco batterie extended range e doppio motogeneratore elettrico. Anticipa prestazioni briose, uno 0-100 orari inferiore ai 5″ e dotazioni tecniche di serie come le sospensioni adattive MagneRide e freni Brembo con pinze in alluminio Flexira. 

AUTONOMIA DI MARCIA, MACH-E SFIORA I 600

L’autonomia dichiarata si spingerà al limite dei 600 km nella specifica due ruote motrici e batteria extended range. Quest’ultima dichiara 98,8 kWh di capacità energetica e si contrappone alla batteria standard da 75,5 kWh. 

Tempi di ricarica di Mustang Mach-E

I tempi di ricarica migliori si ottengono dalle postazioni rapide da 15o kW, dalle quali in 10 minuti sarà possibile ricaricare energia per l’equivalente di 93 km di autonomia. In 38 minuti, invece, il livello di carica passa dal 10 all’80% nella specifica di batteria da 75,5 kWh e due ruote motrici. 

Ford offre l’accesso a una rete di 125.000 stazioni di ricarica in Europa, in collaborazione con NewMotion, con la sottoscrizione del FordPass Charging Network, rete alla quale sommare lo sviluppo del progetto europeo Ionity.

Operazioni di ricarica che potranno completarsi a casa in tempi ridotti, rispetto alla ricarica dal cavo standard e presa a 230v, ricorrendo al Ford Connected Wallbox, in grado di ricaricare a un ritmo di circa 62 km per ogni ora di collegamento al dispositivo. 

Leggi anche: L’ibrido Ford su Mondeo, come si guida la sw 

INTERNI DI MUSTANG MACH-E CON IL MAXI TABLET

Infotainment di Mustang Mach-E

Gli interni sviluppano un ambiente essenziale, minimal: un grande tablet al centro della plancia, da 15,5 pollici e orientato verticalmente, è il cuore dell’infotainment, affiancato dalla strumentazione digitale da 10,2 pollici.

Mustang Mach-E introduce la nuova generazione di SYNC, due volte più potente rispetto al sistema oggi sul mercato. Non solo aggiornamenti over-the-air ma, soprattutto, l’integrazione del machine learning per sviluppare il SYNC sulle abitudini e le preferenze del guidatore. 

INFOTAINMENT SYNC CON AI

Registrato il profilo di guida, dall’utilizzo quotidiano sarà possibile creare scenari automatizzati richiamando i dati caricati sul cloud in merito alla preferenze e le richieste operate dall’infotainment. Si spazia dalla pianificazione dei tragitti, alle preferenze legate alla musica, la climatizzazione e funzioni ulteriori del veicolo.

L’infotainment SYNC di nuova generazione introduce anche la connettività Apple CarPlay e Android Auto di tipo wireless. 

ACCESSO A BORDO, ADDIO CHIAVI E MANIGLIE

ADAS di Mustang Mach-E

Tra le dotazioni di serie della Mach-E First Edition ci sarà il tetto panoramico con trattamento a infrarossi, caratteristica grazie alla quale l’abitacolo conserva una climatizzazione ideale, indipendentemente dal freddo o dal caldo esterno al veicolo. 

Altra chicca tecnologica da segnalare del suv elettrico, l’accesso a bordo utilizzando lo smartphone come chiave.  La comunicazione avviene tramite Bluetooth e, nel caso di batteria scarica, è possibile inserire un codice di backup (una sorta di pin) sul tastierino nascosto sul montante centrale. Saliti a bordo, un altro codice sul display dell’infotainment avvierà l’auto. Addio chiave e, con essa, addio maniglie classiche a vista sulla carrozzeria.

ADAS FORD COPILOT

All’evoluzione del sistema SYNC, Mustang Mach-E sviluppa l’offerta di ADAS con il CoPilot360 2.0 e il Ford CoPilot Assist. Pacchetti che comprendono non solo la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni, ma si sviluppano nel cruise control adattivo e funzione stop&go; rilevamento della segnaletica con possibilità di adeguamento automatico della velocità; mantenimento attivo del centro della corsia; sistema anticollisione in retromarcia e nelle fasi di cambio corsia; automatismo di conversione abbaglianti/anabbaglianti, fino al dispositivo di assistenza alle manovre di aggiramento di un ostacolo.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia