Namirent: tecnologia e servizio distintivo, i motori della crescita

Secondo Maurizio Bottari, amministratore unico di Namirent, differenziarsi nel servizio e elaborare un’efficace strategia digital sono i punti di forza per un broker, anche e soprattutto in questa particolare situazione d’emergenza.

Namirent è un’agenzia nata nel 2017 che incentra il proprio business sul noleggio a lungo termine di auto, moto e veicoli commerciali per conto dei principali player del mercato del renting.

Maurizio Bottari Namirent

La sua evoluzione è testimoniata dai numeri. “Nel corso del 2019 abbiamo incrementato significativamente i volumi, oltrepassando le 500 unità e raggiungendo così una flotta gestita di 800 unità” esordisce il fondatore e amministratore Maurizio Bottari.

IL TARGET DI NAMIRENT

“Questo risultato – prosegue Bottari – costituisce per noi un motivo d’orgoglio, perché è stato ottenuto ‘tutto in conquista’, non avendo ancora un portafoglio clienti sul quale agire in termine di rinnovi. Conquista, per di più, effettuata su un target eterogeneo di clienti composto da privati (ancora in piccola parte), ditte individuali, professionisti e pmi (circa un 60%), ma anche un numero importante di aziende con parchi auto significativi”.

La strategia è chiara: “Avendo creato partnership positive con i noleggiatori e con le Case automobilistiche, siamo in grado di offrire il prodotto migliore, sia in termini di servizio che di vettura più adeguata alle necessità dei clienti. Per questa ragione, ci piace pensare che il cliente trovi, in risposta alle sue esigenze, un approccio in primis consulenziale e in seconda battuta commerciale” rileva Bottari.

Leggi anche: come si evolve il canale indiretto del noleggio a lungo termine? 

Namirent, dunque, sta crescendo in un mercato sempre più competitivo.  “Il mestiere del broker – afferma ancora il manager – è diventato molto diffuso, e, in questo mare magnum di offerte, diventa sempre più fondamentale e necessario differenziarsi per la propria professionalità e per il servizio offerto al cliente”.

Noleggio a lungo termine per pmi Namirent

LA FORZA DELLA TECNOLOGIA

La tecnologia, in questo senso, è un fattore decisivo. “La presenza sul web è una condizione necessaria per il mestiere del broker e, anche on-line, cerchiamo di emergere non legando la visibilità alla sola pubblicazione di offerte commerciali, ma aggiungendo contenuti e articoli di approfondimento sul tema del noleggio a lungo termine, ritenendo che queste ultime possano risultare maggiormente interessanti per i clienti”.

Proprio la strategia digital è ancora più importante in un periodo di emergenza come quello che stiamo attraversando. “In merito all’attuale situazione legata al COVID-19, è chiaro che tutta la filiera automotive subirà sicuramente un impatto importante e così sarà ovviamente anche per il canale indiretto dei broker. Ritengo però che la strategia digital, già intrapresa da parecchio tempo dalla nostra azienda, consentirà di limitare questo contraccolpo”.

interni uffici Namirent

“Le richieste di preventivi e contatto on-line saranno sempre più importanti e di conseguenza la nostra capacità di rispondere via telefono e e-mail dovrà aumentare la sua efficacia così come la nostra capacità di controllare le singole fasi del processo. Dovremo essere sempre più in grado di far percepire un elevato livello consulenziale, anche a distanza. Ultimo, ma non meno importante, più riusciremo a mantenerci ampi e trasversali in termini di clientela, meno risentiremo dei cali economici che determinati settori avranno” osserva Bottari.

“Volendo comunque essere ottimista – prosegue l’amministratore di Namirent – vedo il periodo attuale come un momento da dedicare all’organizzazione ed alla programmazione delle proprie strutture e attività, per poter meglio ripartire non appena ne usciremo”.

Leggi anche: quali sono i vantaggi del noleggio a lungo termine?

PROGETTI E OBIETTIVI

Anche perché i progetti di Namirent per il 2020 sono diversi e importanti. “Sicuramente rivolgeremo un’elevata attenzione a tutto ciò che è mobilità sostenibile, andando così ad intercettare e rispondere ad un trend di mercato ormai consolidato. Inoltre, andremo ad accrescere la squadra, sia in termini di Back Office che di risorse puramente commerciali. Tutto ciò al fine di accompagnare la crescita dei volumi e della rete dei segnalatori” rivela Bottari.

E gli obiettivi? “La nostra strategia prevede di incrementare il numero dei partner, stando sempre attenti al livello di servizio e consulenza proposti e, contemporaneamente, proseguendo il processo di fidelizzazione sulla flotta in essere”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia