Nissan prossimo interlocutore per l’auto elettrica Apple?

Apple è in cerca di un partnership per la produzione negli USA della sua elettrica, Nissan ha lanciato segnali su nuove collaborazioni. I rumours di una possibile intesa futura dopo lo stop delle discussioni con Hyundai

Il Project Titan di Apple è tornato negli ultimi mesi di prepotente attualità, per la campagna di reclutamento condotta a Cupertino tra tecnici che hanno lavorato in Tesla e, soprattutto, per le discussioni intrattenute con un partner dell’industria automobilistica. Delle trattative con il Gruppo Hyundai si è avuta una parziale conferma dai diretti interessati, lo scorso gennaio ad ammettere come Apple fosse una delle compagnie con le quale erano in corso valutazioni su una possibile collaborazione.

Collaborazione tra Nissan e Apple

APPLE-NISSAN, PARTNERSHIP POSSIBILE

Quel progetto ha registrato una battuta d’arresto. Ai vertici del gruppo Hyundai, in Corea del Sud, è stata segnalata una resistenza a portare avanti le trattative per il rischio – secondo rumours trapelati sulla stampa – di essere percepito quale semplice fornitore di componentistica a Apple.

Un nuovo fronte sembrerebbe aprirsi, con la possibilità che quel partner dell’industria automobilistica per realizzare la Apple Car sia Nissan. È quanto riporta il Wall Street Journal, affiancando il giudizio di un analista – “Nissan è il candidato più credibile per intrattenere discussioni con Apple” – alle parole di Makoto Uchida, a.d. Nissan a pronunciarsi in questi termini sulla domanda circa la disponibilità a essere partner Apple: “Dobbiamo assumere nuove iniziative e lavorare con compagnie che sono competenti, dalla buona esperienza, attraverso partnership e collaborazioni”. Così, a margine della presentazione dei risultati finanziari 2020.

Nissan e Apple per auto elettrica

APPLE CAR, QUANDO ARRIVA?

Nel ricostruire il quadro intorno al Project Titan di Apple, serve dire come un eventuale debutto sul mercato non è immaginato prima del 2025. A Cupertino si è tornati a lavorare sulla progettazione dei sistemi di quella che nelle intenzioni dovrebbe essere un’auto elettrica a guida autonoma. Di certo un progetto premium, ad altissimo contenuto di “immagine”, dove Apple riuscirebbe a traslare dal mondo dell’elettronica di consumo all’automotive tutto il peso del marchio.

Leggi anche: Non solo Project Titan, Apple e l’iPhone per aprire l’auto

Quanto all’intenzione di sviluppare un’auto a guida autonoma – di certo la cifra tecnologica dovrà essere al top di quello che sarà il quadro di mercato – è bene ricordare tutti i limiti e vincoli legislativi che intervengono (e limitano) le auto con assistenza di Livello 3.

APPLE, L’ELETTRICO E NUOVE CELLE 

In relazione alla componente elettrica, Apple starebbe sviluppando una tecnologia legata alle celle che potrebbe segnare un radicale cambio di passo sul fronte dell’autonomia e dimensionamento dei pacchi batteria. Tecnologia sulla quale, ovviamente, sarebbero i fornitori a curare la produzione.

NISSAN HA L’ARCHITETTURA

produzione auto elettrica

Resta un aspetto cruciale, non avendo Apple il know how automobilistico – che richiede tempo e investimenti per essere formato; certo all’azienda californiana non manca la disponibilità finanziaria per approfondire il secondo fattore -: avere accesso a un’architettura.

Leggi anche: Nuova Qashqai, rivoluzionaria con l’e-Power

Quel know how che case automobilistiche come Nissan, specialmente in campo elettrico, possono vantare. Non va dimenticato come all’interno dell’Alleanza con Renault e Mitsubishi vi sia un’architettura dedicata all’elettrico, la CMF-EV, che farà da base per i prossimi modelli, dalla Nissan Ariya alla Renault Megane eVision.

Tag

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia