6 Novembre 2018

Nissan: auto elettrica e guida autonoma sono il futuro

Guida autonoma e auto elettrica: Nissan scommette sul futuro. Ecco tutte le strategie spiegate da Luisa Di Vita, direttore della comunicazione di Nissan Italia.

Nissan e il cammino verso la guida autonoma: un rapporto sempre più stretto. L’obiettivo fondamentale della Casa giapponese è quello di garantire ai driver comfort e “piacere di guida” attraverso l’ausilio della tecnologia. 

A confermarlo è Luisa Di Vita, direttore della comunicazione di Nissan Italia, che abbiamo incontrato all’ultima edizione di ForumAutoMotive, andata in scena la scorsa settimana a Milano.

Nissan ProPilot

Approfondisci: il punto di Andrea De Adamich sulla sicurezza e l’autonomous driving

VERSO LA GUIDA AUTONOMA: I PROGETTI DI NISSAN

“Ci sono già una serie di tecnologie all’avanguardia a bordo dei nostri veicoli: sulla Nissan Leaf (scopri qui quanto costa noleggiarla) abbiamo per la prima volta montato un dispositivo che si attesta tra il livello 2 e il 3 della guida autonoma: il ProPilot” sottolinea la manager.

Questo sistema si basa su tre tecnologie diverse, che vanno a interagire tra loro: il Lane Keep Assist, l’Intelligent Cruise Control e il Traffic Jam Pilot, che assistono il driver durante la guida. Ovviamente, non si può ancora parlare di guida autonoma, perchè la presenza e il ruolo del guidatore rimangono indispensabili. Un altro dispositivo sulla nuova Leaf è l’e-pedal, ovvero la guida a un solo pedale che consente di frenare in fase di rilascio. 

Leggi anche: cosa indicano i diversi livelli della guida autonoma?

AUTO ELETTRICA: PROSPETTIVE ROSEE

Nissan è uno dei Costruttori che ha investito maggiormente sull’auto elettrica. “Invitiamo i nostri clienti a provare la Leaf. Chi sale a bordo di un’auto a zero emissioni non la lascia più, ed è difficile che torni a quella tradizionale” spiega Luisa Di Vita. 

auto elettriche 2018 nuova Nissan Leaf

Che, poi, ribadisce l’ottimismo della Casa sul futuro degli EV, nonostante le barriere che oggi ne impediscono la diffusione in massa sul territorio nazionale. “Dal punto di vista tecnologico, l’autonomia dei veicoli sta aumentando, mentre da un punto di vista infrastrutturale il futuro è roseo: ci sono molte società di energia che stanno investendo e le stazioni di ricarica sono sempre più potenti. Anche il prezzo dei modelli si sta riducendo” conclude la manager.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia