Nuova DS5, l’alternativa alle premium tedesche

Stile, raffinatezza e cura dei dettagli: la nuova DS5, appena arrivata sul mercato, racchiude tutte le caratteristiche delle DS di oggi e di domani, puntando dritto al settore del noleggio a lungo termine e delle flotte aziendali. L’ammiraglia transalpina sfida la concorrenza nel segmento D e inaugura la rinnovata identità del marchio francese. Dalla calandra verticale con il monogramma DS al centro, ai proiettori Xeno Led, dallo schermo Touch Pad 7″ ai motori di ultima generazione. Tutto senza oscurare ciò che l’ha resa grande: la sua silhouette unica.

VIDEO: LA NUOVA DS5

HI-TECH. L’abitacolo della nuova DS5 rimanda al mondo dell’aeronautica. Il tetto “cockpit” è l’elemento più distintivo. Il posto di guida è studiato intorno al conducente. I comandi principali sono riuniti in due console centrali, una bassa e una sul tetto. Tanta tecnologia a bordo (sorveglianza dell’angolo morto, avviso di superamento involontario della carreggiata, partenza assistita su pendenza, funzione antipattinamento intelligente, retrovisore interno elettrocromatico, DS Connect Box con pack SOS & assistance,  a cui si possono aggiungere il pack monitoring, mapping e tracking) e accesso facilitato a tutte le funzioni. Caratteristiche rilevanti per il noleggio a lungo termine e le flotte aziendali.

PREZZI E MOTORIZZAZIONI. I prezzi partono da 30.900 euro per arrivare a 47.250 euro. Cinque le motorizzazioni: 1.6 THP 165 S&S EAT6 (l’unico motore a benzina, con cambio automatico), 1.6 BlueHDi 120 S&S e  2.0 BlueHDi 150 S&S (entrambi con cambio manuale a sei marce), 2.0 BlueHDi 180 S&S EAT6 (con trasmissione automatica) e Hybrid 4×4 ETG6 (con cambio robotizzato). Per quanto riguarda gli allestimenti, invece, si può scegliere tra Chic, So Chic, Sport Chic, 1955 (edizione limitata per i 60 anni della DS) e Business. In listino c’è anche una versione Business Combi (con omologazione autocarro).

IL DISTACCO. Lanciato a giugno del 2014 (con la separazione da Citroën), allo scorso Salone di Ginevra (a marzo) il marchio DS Automobiles ha ricevuto la propria identità, con il simbolo, il logo e la firma “spirit of avant-garde”. Una firma che richiama la musa ispiratrice, la DS originale del 1955, perché la Casa transalpina vuole essere innovativa nello stile e nella tecnologia tanto quanto quella vettura lo era 60 anni fa.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia