9 Maggio 2019

Noleggio auto a breve termine: nel 2018 in crescita fatturato e volumi

Il noleggio auto a breve termine si conferma un comparto in salute: nel 2018 sono cresciuti il fatturato e i volumi. Ottimo risultato anche per il noleggio dei furgoni.

Il 2018 è stato un anno di ulteriore crescita per il noleggio auto a breve termine: è quanto emerge dai dati del Rapporto Aniasa 2019, presentati nei giorni scorsi a Milano. Bene il giro d’affari, ancora di più i volumi. Un trend positivo proseguito anche nei primi mesi del 2019, nonostante il calo significativo delle immatricolazioni. 

Noleggio auto a breve termine risultati 2018 Rapporto Aniasa

Sul risultato di inizio anno hanno influito in parte anche le festività Pasquali, cadute più avanti rispetto al solito, che hanno spinto molti turisti a rinviare i propri spostamenti nella seconda metà del mese di aprile

Approfondisci: guarda i dati di mercato di aprile

IL NOLEGGIO AUTO A BREVE TERMINE NEL 2018

Questi i principali indicatori del noleggio a breve termine nel 2018:

  • Fatturato: 1,2 miliardi di euro
  • Flotta media: 130.000 veicoli
  • Contratti di noleggio: 5,4 milioni/anno
  • Giorni di noleggio: 36,3 milioni/anno
  • Stazioni di noleggio: 1.030

VOLUMI E FATTURATO IN CRESCITA, PREZZI IN CALO

Il giro d’affari degli operatori è aumentato dell’1,8% rispetto al 2017, arrivando a 1 miliardo e 228 milioni di euro. Un nuovo record, che mostra la salute del comparto, sia in ambito leisure sia in ambito Business. Allo stesso tempo, nel 2018 sono cresciuti i volumi, arrivati a 5,3 milioni di noleggi (circa 15mila al giorno, + 3,2%), per un totale di 36 milioni di giorni di noleggio (+4,7%). Il delta tra i volumi e il fatturato è determinato dal calo dei prezzi medi (-2,8%): il cliente ha speso, in media, 33,8 euro al giorno per noleggiare un’auto

Diminuzione anche per le immatricolazioni, che hanno superato quota 87mila veicoli, contro gli oltre 106mila del 2017 (-17,9%). La flotta media, però, in compenso è aumentata dell’8,2% e anche questo ha contribuito alla definizione di strategie di pricing più aggressive. Strategie che, occorre sottolinearlo, sono state accompagnate da un innalzamento della qualità dell’offerta, con uno spostamento del mix della flotta dal segmento A al segmento B.

L’utilizzo medio della flotta, infine, è calato del -3,3%, mentre il Rent to Rent (ovvero il noleggio delle auto dalle società di noleggio a lungo termine) ha riguardato oltre 52mila veicoli, in leggera crescita rispetto al 2017.

LA SPINTA DEL DOWNTOWN

Alla crescita del fatturato del noleggio auto a breve termine hanno contribuito sia le stazioni aeroportuali, sia quelle downtown, con queste ultime, però, che hanno contribuito maggiormente al trend positivo.

Gli aeroporti rappresentano il 64% del business e hanno generato un giro d’affari pari a 789 milioni di euro (+0,6%), mentre le stazioni downtown hanno realizzato un fatturato di 440 milioni di euro (+3,9% rispetto al 2017).

Rapporto Aniasa 2019 numeri noleggio auto a breve termine

VEICOLI COMMERCIALI 

Una menzione particolare merita il Rent a Car dei veicoli commerciali, che ha fatto segnare un importante aumento della flotta (+28,6%), determinato soprattutto dalla crescita dell’e-commerce

Il fatturato del noleggio a breve termine dei veicoli commerciali è in crescita del +17,5%, con un forte aumento della durata media dei noleggi (14,2%), segno che sempre più operatori ricorrono al Rac per fronteggiare temporanei picchi di lavoro. 

Leggi anche: i dati del noleggio a lungo termine nel 2018

FURTI

Dopo quattro anni positivi, la piaga dei furti nel 2018 è tornata a colpire in maniera rilevante il comparto del Rent a Car: il danno per gli operatori è stato pari a 10,2 milioni di euro e le società di noleggio hanno subito ben 1.594 furti di veicoli, con una crescita del 36% rispetto al 2017

Fortunatamente è cresciuto anche il tasso di recupero dei veicoli rubati, che è passato dal 46% del 2017 al 49% del 2018. Questo vuol dire che quasi un veicolo su due viene recuperato. Merito, ovviamente, della tecnologia. 

L’INIZIO DEL 2019

Come detto, nel primo trimestre del 2019 il noleggio auto a breve termine ha proseguito il trend positivo, nonostante alcuni indicatori negativi. Stabili il fatturato (+0,8%) e il numero dei noleggi (-0,5%), sono cresciuti i giorni di noleggio (+1,9%), mentre significativo è il calo delle immatricolazioni (-19,6%). 

Un segnale di prudenza da parte degli operatori, ma soprattutto il riflesso di un cambiamento significativo delle politiche delle Case automobilistiche, che nel primo trimestre dell’anno hanno incentivato meno rispetto all’anno scorso le immatricolazioni da parte delle società di Rac

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia