29 Novembre 2017

Il noleggio auto accelera ancora: un altro anno da record

Il noleggio auto accelera ancora. Dopo un triennio “da record”, anche il 2017 si avvia ad una chiusura con la miglior prestazione di sempre. In attesa dei dati consolidati, le stime finali sull’andamento del settore registrano un ulteriore aumento di immatricolazioni, con oltre 400.000 unità per le vetture e 35.000 per i veicoli commerciali.

noleggio auto medio termine come funziona

NOLEGGIO AUTO: LE RAGIONI DEL SUCCESSO

I buoni risultati del noleggio auto sono dovuti ad un serie combinata di fattori. In primis, i segnali di ripresa e l’aumento degli indici di fiducia da parte di aziende e privati: l’immagine della “W”, che ha contraddistinto i grafici della nostra economia durante la grande crisi, appare oggi sostituita con una linea positiva, seppure in lenta ascesa.

Approfondisci: la scalata del renting protagonista al nostro workshop sulla car policy aziendale

Secondo in classifica, il superammortamento, previsto per il 2017 solo per i veicoli ad uso strumentale (superammortamento, ad oggi, non previsto sui veicoli per il 2018, ndr.): l’agevolazione tributaria ha visto le imprese di noleggio attivare ulteriore utilità economica per il consumatore, sia con una maggiore offerta di servizi sia con un contenimento dei canoni.

A pari merito, sempre con la medaglia d’argento, il mercato turistico, uno dei settori strategici dell’economia nazionale, che è doveroso sostenere nella sua crescita. Dopo un 2016 chiuso alla grande (esemplificativo il +4,6% di transiti negli aeroporti), questo comparto continua a registrare ottime performance anche nell’anno in corso, con il +7% di arrivi internazionali ed il +3,5% di domanda interna.

Leggi anche: la nostra survey autunnale sulla qualità del renting

UNA MOBILITÀ IN TRASFORMAZIONE

Cornice di quanto brevemente delineato sul noleggio auto è sicuramente la trasformazione dell’offerta dei servizi di mobilità messa in atto dal settore: non più racchiusa in pochi modelli standardizzati, classici e poco modulabili, ma contrassegnata, al contrario, da logiche di flessibilità ed elasticità, coniugate con massima disponibilità e trasparenza verso la nuova domanda.

Una richiesta di mobilità che vede in particolare la confluenza di sistemi di connettività “ad personam”, con esigenze di facilità d’uso e di pagamento, di possibilità di rimodulazione continua e di conseguente efficienza amministrativa. Uno scenario totalmente innovativo che si è delineato in pochissimo tempo.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia