Noleggio auto per le vacanze: la scelta si fa sempre più online

Sempre più utenti scelgono il noleggio auto per l’estate online. Internet permette di valutare istantaneamente le proposte dei diversi operatori e per i privati è diventato un mezzo semplice e veloce per scegliere l’auto per le vacanze.

SI NOLEGGIA ONLINE – Il Rapporto Aniasa sottolinea come il cosiddetto canale B2B2C, cioè quello che contempla i clienti che noleggiano attraverso intermediari, tra cui broker, tour operator e on line travel agency, ha registrato nel 2014 una crescita del 3,3% a fronte di un peso percentuale pari al 35%. Questo canale anno per anno si sta consolidando come anello di distribuzione strategico per lo sviluppo delle componente leisure del noleggio, cioè quella dedicata a chi viaggia per vacanza e che aumenta esponenzialmente d’estate, in quanto ha il vantaggio specifico di raggiungere milioni di potenziali clienti, che altrimenti non sarebbero intercettabili dal singolo operatore con le proprie sole risorse.

CLIENTI PIU’ ANZIANI – L’identikit del cliente medio del 2014 è più anziano rispetto a quello del 2013. La quota percentuale della fascia dei giovani, che comprende le persone tra i 18 e i 35 anni, si attesta al 23% dei noleggi perdendo 3 punti percentuali rispetto al 2013; il segmento delle persone comprese tra i 36 e i 55 anni perde un punto percentuale posizionandosi al 55%. La fascia dei clienti più maturi (oltre i 55 anni) ha guadagnato i quattro punti persi dai primi due segmenti e detiene un peso percentuale del 22%. La maggior parte noleggia in aeroporto, mentre continua la contrazione del giro d’affari degli autonoleggi in città.

AUMENTO DEGLI STRANIERI – In base al criterio della nazionalità dei noleggi, i clienti italiani rappresentano sempre la quota più alta, 54%, rispetto agli stranieri, 46%, però a partire dal 2009, anno in cui pesavano il 64%, hanno perso ogni anno oltre 2 punti percentuali. Sicuramente una causa importante va ricercata nella domanda interna, che fatica a riprendersi. Il segmento dei clienti europei ha perso un punto (29%), mentre è rimasto stabile il peso dei noleggi realizzati dai clienti americani (5%) e aumenta di un punto la quota dei noleggi ai clienti di altra nazionalità (10%).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia