5 Luglio 2017

Fabrizio Ruggiero: “Il noleggio auto in Europa? Va verso il medio termine”

Ci sono tendenze ben precise che accomunano il noleggio auto in Europa. Tra queste, spicca la crescita delle formule “a medio termine”: a sottolinearlo è Fabrizio Ruggiero, da qualche mese a Parigi come deputy ceo, Sales, Marketing, Customers & InterRent di Europcar e past president di Aniasa.

noleggio auto in europa trend 2017
Il noleggio auto continua a crescere in tutto il Continente

NOLEGGIO AUTO IN EUROPA: SEMPRE PIU’ FLESSIBILITA’

“Il mercato del noleggio, inteso in senso ampio come utilizzo di una vettura di cui non si è proprietari, continua a crescere. Ci sono dinamiche diverse da mercato a mercato, ma una tendenza comune è che sia il Nlt sia il Rac vanno verso il medio termine, cioè un noleggio compreso fra i 12 e 30 mesi. Oggi le aziende di renting stanno rispondendo a questa domanda con prodotti ad hoc” spiega Ruggiero.

APPROFONDISCI: Qualche consiglio per migliorare il renting in Italia

Qualche esempio? “Si tratta di soddisfare le esigenze di alcune tipologie di aziende, come chi fa ‘interim management’, cioè fornisce materiale ad altre imprese, e ha commesse a 24 mesi. Un caso tipico può essere quello di una ditta che svolge servizio mensa e prende una commessa per un anno.  Prima la soluzione era o prolungare il Rac di mese in mese o proporre un noleggio a lungo termine con un rientro anticipato, con il rischio di lasciare parcheggiati i veicoli per mesi” prosegue Ruggiero.

CRESCE IL NOLEGGIO RIVOLTO AI PRIVATI

Tra i trend più evidenti del noleggio auto in Europa, c’è la crescita del renting ai privati. “Il ‘Private car hire’ è un trend chiaro in Inghilterra e Francia, che fa crescere la domanda totale di noleggio. Anche in Italia il Nlt sta proponendo formule dedicate ai privati; questo cambia anche il contenuto dei prodotti, perché mentre spesso sul Business si calcola un chilometraggio di 25-30mila km annui, per i privati è più verso i 10-15mila. Senza contare che per una grande azienda è sempre meglio avere il pacchetto completo dei servizi di noleggio, mentre il privato magari vuole decidere e scegliere cosa è meglio gestire da solo” sottolinea ancora il past president di Aniasa.

LEGGI ANCHE: Noleggio ai privati, ecco la formula per scoprire se conviene

LA DIFFUSIONE DEL CAR SHARING

Altra formula emergente è quella del car sharing, che lo scorso anno ha ottenuto risultati molto importanti nel nostro Paese. “In Italia è diffuso specialmente nelle grandi città, nella formula del ‘free floating’. In Francia e Germania sono praticate più possibilità, dal corporate car sharing – disponibile anche nel weekend -, ai servizi specifici di tanti operatori differenti“.

“La Germania ha anche una geografia urbana diversa, ci sono tante medie città e c’è la capacità di offrire alla clientela un range di soluzioni più ampie. Un cliente può arrivare a capire di non aver bisogno di comprarsi un’auto” conclude Ruggiero.

(L’intervista completa sarà pubblicata sul numero di luglio di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia