8 Maggio 2019

Noleggio auto a lungo termine: flotta e immatricolazioni, nel 2018 numeri da primato

Il noleggio auto a lungo termine si conferma un comparto in salute: il Rapporto Aniasa 2019 testimonia che lo scorso anno flotta e fatturato hanno ottenuto numeri record.

Il 2018 è stato il quarto anno consecutivo di crescita per il noleggio auto a lungo termine. Un trend ormai consolidato, soprattutto per quanto riguarda la flotta gestita e le immatricolazioni. A testimoniarlo sono i numeri del Rapporto Aniasa 2019, presentati ieri a Milano

Il segreto della crescita? Gli operatori si sono avvalsi di alcune importanti condizioni esterne, come il superammortamento e le vantaggiose offerte da parte dei Costruttori, che hanno consentito loro di ridurre il prezzo del servizio al cliente finale, rendendo il noleggio a lungo termine più accessibile e competitivo rispetto alle formule più tradizionali di acquisizione del veicolo. 

noleggio auto

I PRINCIPALI INDICATORI DEL NOLEGGIO AUTO A LUNGO TERMINE

  • Fatturato: 5,5 miliardi di euro
  • Flotta gestita: 905.000 veicoli
  • Clienti: 77.000 aziende, 2.900 PA
  • Clienti privati: 40.000
  • Veicoli usati venduti: 197.000

GIRO D’AFFARI IN CRESCITA 

Nel 2018 il fatturato del noleggio a lungo termine è cresciuto: +12% rispetto al 2017. Segno che le strategie dei player si sono rivelate vincenti: oltre ai fattori sovracitati (superammortamento in primis), le società di noleggio hanno costruito offerte sempre più flessibili (come ad esempio il noleggio mid term) e adatte anche alla clientela retail e dei privati, che non a caso è in grande crescita. 

La leva dei pricing, negli ultimi anni, è comunque rimasta considerevole, se si pensa che i volumi sono cresciuti del +50% nell’ultimo triennio, mentre il giro d’affari è aumentato nel medesimo periodo di un terzo

Approfondisci: scopri perché il renting è sempre più senza termine

FLOTTA E IMMATRICOLAZIONI RECORD

I numeri record del noleggio auto a lungo termine arrivano da flotta gestita e immatricolazioni: nel 2018 la flotta gestita (dato aggiornato al 31 dicembre) è cresciuta del 14% rispetto al 2017, con oltre 900mila veicoli. Allo stesso tempo, la flotta media ha visto un incremento del 16%. 

In termini di immatricolazioni, le aziende del long term hanno acquisito quasi 265mila vetture (oltre 306mila unità se si considerano anche i veicoli commerciali), con una crescita del 2,5% rispetto all’anno precedente. E questi numeri avrebbero potuto essere ancora più roboanti, se non ci fosse stato il calo dell’ultima parte dell’anno, dovuto all’incertezza creata dalla situazione economica e dall’eccessiva penalizzazione del diesel, che ha influito sulle decisioni di alcuni clienti. 

ALIMENTAZIONI

A tal proposito, sul versante delle alimentazioni, spicca il calo delle auto a benzina, che nel comparto del noleggio auto a lungo termine hanno perso il 15% rispetto al 2017. Allo stesso tempo, il diesel, nonostante la campagna negativa cui è stato sottoposto, ha visto aumentare i suoi volumi dello 0,5%.

auto diesel meno inquinanti di quelle a benzina

Grande crescita per le alimentazioni alternative, che sono passate da 13mila immatricolazioni nel 2017 a 26mila nel 2018. Il doppio. In generale, il diesel mantiene salda la sua leadership sul totale delle auto a noleggio a lungo termine.

VEICOLI COMMERCIALI

Continua, infine, anche la crescita del noleggio dei veicoli commerciali: nell’ultimo anno, gli LCV hanno rappresentato circa il 22% della flotta totale, con un aumento del 15%. Grazie a 25mila contratti in più rispetto all’anno precedente, la flotta circolante dei furgoni è arrivata a 196.410 unità, un record storico che testimonia, ancora una volta, il successo della formula del renting. 

Leggi anche: scopri qui quali sono le principali caratteristiche del renting dei furgoni

L’INIZIO DEL 2019

Anche il 2019 è iniziato con indicazioni incoraggianti per il noleggio auto a lungo termine in termini di flotta e fatturato: nel primo trimestre dell’anno, lo sappiamo, le immatricolazioni sono calate del -10,7%, ma in compenso il giro d’affari è cresciuto del 10,1% rispetto allo stesso periodo del 2018 e la flotta circolante, sempre prendendo in considerazione il periodo gennaio-marzo, è cresciuta del 12%. Numeri che non lasciano dubbi: il noleggio a lungo termine è davvero un comparto in salute.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia