4 Agosto 2020

A luglio il noleggio auto ha rialzato la testa

Il noleggio auto torna a mostrare un segno positivo: il Rent a Car ha ripreso a inflottare, mentre il Nlt si avvicina al pareggio. Ecco i numeri incoraggianti dell'ultimo mese.

Di questi tempi è una notizia. Il noleggio auto a luglio rialza la testa, in attesa degli incentivi: dopo i mesi segnati dal Covid, il bilancio del settore nell’ultimo mese è finalmente incoraggiante (così come anche quello del mercato generale). Anche se i dati vanno interpretati. 

noleggio auto: i risultati di luglio 2020

Leggiamoli innanzitutto: Dataforce evidenzia il +53,18% ottenuto dal noleggio a breve termine e il -2,81% del noleggio a lungo termine. Le società di Rac, dunque, hanno ripreso ad inflottare, mentre il Nlt si è avvicinato al pareggio. Occorre però spiegare cosa si cela dietro queste cifre. 

Approfondisci: il calo del renting a giugno

LUGLIO: NOLEGGIO AUTO IN RIPRESA

NOLEGGIO A BREVE TERMINE

I Rent a Car hanno immatricolato nell’ultimo mese 9.514 vetture, contro le 6.211 del luglio 2019. Un dato che trova spiegazione in due fattori principali. Primo: se la domanda dei noleggi rimane condizionata dall’estate post Covid, nonostante un aumento delle richieste nella seconda metà di luglio, le società del settore hanno ricominciato a inflottare proprio per cercare di sfruttare la stagione estiva (leggi il nostro punto sul noleggio a breve termine). 

noleggio auto a breve termine

Secondo: a luglio alcuni Costruttori hanno spinto le immatricolazioni del noleggio a breve termine. Un esempio su tutti è il Gruppo Volkswagen, che, sottolinea Dataforce, negli ultimi 30 giorni ha ceduto quasi 4.500 vetture al Rac. Da qui l’altisonante segno positivo, che supera il 50% anche perchè in un anno “normale” (come lo è stato il 2019) gli inflottamenti sono sempre avvenuti nei mesi precedenti. 

NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

Il noleggio auto a lungo termine, invece, ha immatricolato oltre 21.000 auto, una cifra molto vicina a quella dello scorso anno. Dataforce sottolinea l’ottimo andamento delle captive (+7,35% e oltre 8.000 vetture) e le buone performance dei top player generalisti, che hanno fatto segnare un calo del -3,23% e oltre 12.500 unità immatricolate. Quindi, i segnali di ripresa dei mesi scorsi (leggi il nostro punto sul Nlt) sono stati confermati.

Riassumendo, il noleggio auto si conferma il traino di un mercato che, in attesa degli incentivi, mostra finalmente di essere sulla strada del recupero.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia