31 Gennaio 2019

Noleggio a lungo termine: come sta cambiando l’offerta sul territorio?

L’offerta del noleggio a lungo termine sul territorio sta cambiando: oltre alle partnership con broker e concessionari, le società di renting stanno aprendo veri e propri store per avvicinare i clienti retail. Un trend destinato a crescere ulteriormente nel 2019.

Il noleggio a lungo termine oggi “vive” anche e soprattutto sul territorio: l’obiettivo è quello di conquistare nuove fasce di clienti, in particolare privati e piccole e medie imprese, difficili (se non impossibili) da raggiungere attraverso la tradizionale offerta diretta.

noleggio auto record 2018

Il canale indiretto, però, è un settore che sta mutando: i noleggiatori continuano naturalmente a puntare su broker e concessionari, che sono da tempo il loro braccio armato sul territorio, ma, in confronto a qualche anno fa, lo fanno in maniera differente.

Approfondisci: scopri perché il noleggio è un’opportunità di business per i concessionari

Il trend che sembra emergere in questi mesi è quello di puntare su numero di broker e concessionari maggiormente selezionato rispetto al passato, e di aprire i cosiddetti store fisici sul territorio, brandizzati con il marchio del noleggiatore, per avvicinare la clientela retail.

IL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE SUL TERRITORIO: NUOVI CANALI

L’ultimo esempio, in ordine cronologico, è il primo CarNext.com Delivery Store aperto da LeasePlan a Milano, uno spazio in cui il cliente avrà a disposizione non solo una vasta scelta di auto usate, ma in cui potrà davvero vivere un’esperienza completa di car as-a-service.

Con lo stesso criterio, per fare altri esempi concreti, ALD Automotive ha aperto sul territorio italiano i BASE ALD (scopri qui quali sono i servizi erogati in queste strutture), con un focus particolare sulla nuova mobilità, mentre Car Server ha inaugurato già da qualche anno i suoi Store del noleggio a Reggio Emilia e Milano.

Arval, da tempo, ha invece instaurato una partnership con Ariel Car, rivenditore di veicoli di seconda mano che ha sede a Casei Gerola, in provincia di Pavia, dove si trova un vero e proprio Outlet del remarketing, dedicato ai clienti privati.

IL CAMBIAMENTO DELLA CLIENTELA

Aprire punti fisici sul territorio diventa fondamentale, anche e soprattutto in considerazione del recente grande cambiamento del target di clientela del noleggio a lungo termine: nel 2018 sono saliti a circa 40mila i contratti di Nlt in essere stipulati da privati (fonte: Aniasa) e, allo stesso tempo, pmi e professionisti sono sempre più interessati alla formula del renting per risparmiare in termini di costi.

noleggio a lungo termine

Come vedremo, oggi si può noleggiare anche e soprattutto sul web, ma come insegna l’esempio di Amazon, che ha annunciato di voler aprire sempre più punti vendita sul territorio, il contatto fisico con l’oggetto del desiderio (in questo caso la vettura), che può avvenire soltanto all’interno di uno store, resta un aspetto fondamentale.

Leggi anche: i 3 step che caratterizzano il renting dell’auto

INTERNET: IL CANALE DELLA SVOLTA

L’evoluzione del noleggio a lungo termine sul territorio è stata guidata dal boom vissuto negli ultimi anni da internet: il web ha rivoluzionato la dimensione della “distanza del cliente”, allargando le potenzialità dell’offerta diretta.

Attraverso il proprio sito, il noleggiatore può raggiungere in prima persona il cliente privato, mettendogli a disposizione una vetrina di veicoli e contatti email. Ma, per “coltivare” il lead e per garantire un’elevata customer satisfaction nei confronti del servizio, la presenza sul territorio è una conditio sine qua non. I key account, i concessionari e i broker, in questo senso, rimangono e rimarranno figure importanti. Affiancati dagli store, che renderanno l’offerta sul territorio sempre più variegata e puntuale. 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia