Fabrizio Ruggiero (Aniasa): il noleggio guarda al futuro

Per scandagliare i possibili futuri sviluppi del noleggio a lungo termine e delle flotte aziendali, abbiamo interpellato Fabrizio Ruggiero, presidente di Aniasa.

UN’OFFERTA SEMPRE PIU’ RICCA – “Oggi siamo abituati a parlare in termini di Nlt o Rac – esordisce Ruggiero – perché sono i prodotti storicamente disponibili sul mercato per soddisfare le esigenze di mobilità del cliente. In realtà, quello che stiamo osservando negli ultimi anni su scala internazionale è che l’offerta si sta arricchendo di prodotti intermedi, per meglio rispondere ai bisogni di spostamento dei clienti”.

CAR SHARING SEMPRE PIU’ PROTAGONISTA – Anche in Italia, infatti, rileva Ruggiero, parlando del futuro del noleggio a lungo termine e delle flotte aziendali, “vediamo aziende abituate a offrire servizi di noleggio a breve termine che sono già attive nel business del car sharing e di prodotti di mobilità a medio termine e, dall’altra parte, realtà di lungo termine, che offrono la possibilità di ridurre le durate dei contratti, mettendo anch’esse a disposizione soluzioni di car sharing o prodotti dai 12 ai 24 mesi”. Da qui, dunque, l’emergere di nuove forme di mobilità: il car sharing, compreso quello free floating, il peer to peer car rental, il cosiddetto ride sharing.

VERSO IL FUTURO – In sostanza, spiega ancor più chiaramente Ruggiero, “se ieri erano presenti sul mercato due prodotti, oggi cominciamo ad averne quattro o cinque, alcuni dei quali ancora caratterizzati da volumi limitati, ma con un’elevata probabilità di crescita futura”.  Negli Stati Uniti e in molti Paesi europei “osserviamo la presenza sul mercato di molte soluzioni intermedie: player che lavorano nella fascia compresa tra il noleggio a breve termine giornaliero e il noleggio a lungo termine (36-48 mesi) cominciano a offrire anche il noleggio orario, quello di una settimana, quello punto-punto e così via…”

(L’intervista completa sarà pubblicata sul numero di febbraio di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia