Volvo XC90 T8 Twin Engine, l’ibrida svedese che strizza l’occhio alle pmi

E’ un vero bolide, che incontra le esigenze di prestazioni e, allo stesso tempo, di efficienza del noleggio a lungo termine per pmi. Stiamo parlando della Volvo XC90 T8 Twin Engine, versione ibrida del Suv lanciato prima dell’estate dalla Casa svedese, che arricchirà la gamma a partire dagli ultimi mesi dell’anno. “La vettura con questa motorizzazione entrerà in produzione a ottobre, ma il lancio vero e proprio è previsto a novembre” spiega Fabio Flori, corporate sales director di Volvo Car Italia.

UN SUCCESSO INASPETTATO – Flori racconta a Fleet Magazine le caratteristiche del modello, sottolineando come, ancor prima del lancio, gli ordini siano andati aldilà delle più rosee aspettative di Volvo. “Inizialmente avevamo calcolato una percentuale molto bassa di penetrazione della versione ibrida sul totale venduto – prosegue il manager -, invece ancor prima dell’arrivo della vettura abbiamo riscontrato grande interesse, tant’è che, a fine giugno, il 10% degli ordini era rappresentato proprio dalla T8”. A questo successo, si abbina l’ottimo impatto ottenuto dalla XC90.  “In Italia nel primo mese abbiamo totalizzato circa un migliaio di ordini e in tutto il mondo abbiamo superato quota 36mila” precisa Flori.

UNA SUPERCAR AMICA DELL’AMBIENTE – La Volvo XC90 T8 Twin Engine abbina un motore turbo benzina da 318 Cv ad un propulsore elettrico da 87 Cv, per una potenza totale di sistema di 405 Cv (640 Nm), consumi di 2,1 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 49 g/km. Caratteristiche che la rendono ideale per il noleggio a lungo termine per pmi. “Con questa versione – conclude Fabio Flori – ci rivolgiamo a top manager, che trovano grandi vantaggi nell’utilizzo dell’ibrido, primo fra i quali la possibilità di accesso ai centri storici cittadini”.

(L’articolo completo sarà pubblicato sul numero di settembre di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia