Veicoli commerciali: -6,5% nel 2018, oltre 52mila immatricolazioni per il noleggio

Il settore dei veicoli commerciali nel 2018 è calato, ma in compenso il noleggio degli LCV si conferma un vero e proprio traino per il settore. Bene anche i veicoli commerciali elettrici.

Veicoli commerciali, un 2018 in calo. Il settore degli LCV ha chiuso lo scorso anno con circa 182mila immatricolazioni e un calo del -6,5% rispetto al 2017 (fonte: Ministero dei Trasporti).

noleggio veicoli commerciali ALD Automotive

Analizzando i dati per canale, le società calano del -8,9% (con una quota del 48,9%), i privati flettono del -8,4%, mentre Aniasa (scopri le proposte dell’associazione per il rinnovo del Codice della Strada) sottolinea l’ottimo andamento del noleggio, che fa segnare oltre 52mila immatricolazioni.

Approfondisci: LCV e noleggio, un binomio vincente

VEICOLI COMMERCIALI A NOLEGGIO: UN COMPARTO IN SALUTE

Il risultato è degno di nota, considerata la fine dell’agevolazione del superammortamento (rimasto in vigore lo scorso anno soltanto per gli LCV acquistati dalle società di noleggio) a metà anno e il conseguente impatto sul rinnovo dei mezzi delle grandi flotte.

Il noleggio dei veicoli commerciali si conferma dunque un comparto in salute, che interpreta al meglio i nuovi trend della mobilità, come ad esempio telematica e green.

CRESCONO LE ALIMENTAZIONI ALTERNATIVE

I dati sui veicoli commerciali testimoniano che nel 2018 sono calati del -28,5% i mezzi ibridi, che però sono una nicchia (0,2% di quota), così come i veicoli commerciali diesel sono calati di quasi due punti percentuali, anche se la loro incidenza sul totale del mercato rimane superiore al 90% (precisamente 91,8%).

Leggi anche: cosa offre il mercato degli LCV elettrici? Scoprilo qui!

Crescono invece i veicoli commerciali a benzina (+46,7% in termini di volumi e 3% di quota), i mezzi a metano (2,7% di quota) e i veicoli commerciali elettrici (+20,1%, con un market share dello 0,4%), spinti dal trend in grande sviluppo dell’ultimo miglio.

Infine, per quanto riguarda le carrozzerie flettono i furgoni (-7,1%), che comunque mantengono una quota del 66,2%, mentre incrementano le vendite dei cassoni (+9,2%) e degli autocaravan (+20%).

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia