3 Ottobre 2014

Nuova Discovery Sport, più versatilità per le aziende

E’ stata svelata alla stampa mercoledì pomeriggio sul letto della Senna, a bordo di una chiatta lunga ben 80 metri: un debutto davvero spettacolare quello della nuova Land Rover Discovery Sport, una delle novità più rilevanti del Salone di Parigi 2014. Una novità importante anche per le aziende.

DALLA SENNA…ALLE FLOTTE – La nuova Discovery Sport, in arrivo in Italia nel febbraio del 2015 è un Suv premium compatto, con i suoi soli 4,6 metri di lunghezza. Rispetto alla generazione precendente, però introduce un’innovazione di grande importanza, già rivelata quest’estate: la terza fila di sedili, che, con la configurazione 5+2 posti, regala ulteriore versatilità e abitabilità. Non a caso, durante l’affascinante reveal francese, che ha visto anche la presenza della modella e attrice Rosie Huntington-Whiteley, la vettura è apparsa al fianco di 7 paia di giganteschi stivali, che simboleggiavano tanto le varie possibilità di utilizzo del modello, quanto i sette posti disponibili. Fattori che rendono la nuova Discovery Sport una novità clou del Salone di Parigi.

DESIGN INTERNO RINNOVATO E FOCUS SULLA SICUREZZA- La nuova generazione della Discovery Sport arriva nel XXV anno dalla nascita del Discovery, celebrata con un’edizione speciale all’ultimo Salone di Ginevra. Come detto, gli ingegneri di Land Rover, partendo dallo stesso pianale della Evoque, sono riusciti a mantenere le dimensioni compatte, aumentando allo stesso tempo il numero dei posti a sedere e regalando, nella configurazione normale, un bagagliaio di 829 litri. Come è possibile? Lavorando soprattutto sul design interno, che presenta una plancia particolarmente tecnologica, con i comandi disposti in modo da garantire al driver il massimo della visibilità. Tra i dispositivi, spicca il nuovo sistema di infotainment con InControl Technology, la presenza del wi-fi e di numerosi sistemi di sicurezza, tra cui la Stereo Digital Camera, con frenata d’emergenza automatica, e il Wade Sensing – sensore che misura la profondità del guado che si sta attraversando -. Un aspetto, quest’ultimo, molto off-road.

TRAZIONE E MOTORI Sulla nuova Discovery Sport, sono disponibili ben tre sistemi di trazione: 4×2, 4×4 integrale permanente o l’Active Driveline. Quest’ultimo commuta la trazione fra i due sistemi 4×4 e 4×2, creando un’impareggiabile combinazione di agilità su strada e capacità in off-road. Al lancio le motorizzazioni previste sono il 2.0 benzina da 240 Cv, ma soprattutto, in ottica flotte, il 2.2 litri quattro cilindri diesel, disponibile nelle declinazioni da 150 Cv e 190 Cv.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia