Mercato dell’auto: finita l’onda positiva degli incentivi, ottobre registra un lieve calo

Terminati gli effetti degli incentivi statali, il mercato dell’auto si stabilizza, registrando a ottobre 2020 numeri in linea con quelli dello stesso mese dell’anno precedente.

Terminati i fondi statali previsti per gli incentivi all’acquisto, il mercato dell’auto si stabilizza. Sono state 156.921 le nuove immatricolazione registrate ad ottobre, appena 412 in meno di quelle dello stesso mese dello scorso anno. Rispetto 2019 un calo c’è, ma non supera lo 0,26%. (fonte: DATAFORCE)

dati mercato auto ottobre 2020

Numeri che non bastano a risollevare il settore fortemente provato dall’emergenza, ma che tuttavia si pongono in linea con quelli dell’anno scorso, quando, nel mese di ottobre, si registrarono 157.33 immatricolazioni. La curva di vendite mensile, dunque, rispecchia quella dello 2019. Ad oggi, le vetture immatricolate nel 2020 sono 1.125.505, il -30,84% rispetto all’anno precedente.

Approfondisci: Il mercato dell’auto usate, invece, registra un boom

LA CORSA DEGLI ULTIMI 3 GIORNI

La corsa all’immatricolazione negli ultimi 3 giorni feriali a ottobre è stata meno vigorosa che in passato. Le targhe “last minute” assegnate nei giorni 28, 29 e 30 ottobre 2020 sono state 57.101, pari al 36,39% delle immatricolazioni del mese, quota di 2 punti superiore a quella del mese di settembre. Decisamente bassi anche i volumi di vetture a km zero.

A BASSE EMISSIONI

I fondi a disposizione degli incentivi sono terminati, ma continua l’ascesa delle auto a basse emissioni. La quota di immatricolazioni di auto elettriche, appartenenti alla fascia più bassa da 0 a 20 g/km di CO2, nel mese di ottobre è cresciuta del 200%. La fascia tra i 21 e i 60 g/km, quella delle ibride plug-in, è aumentata del 526%. Più che triplicate anche le immatricolazioni della fascia da 61 a 90 g/km.

Di quasi il 50% sono aumentate le vendite delle vetture appartenenti alla fascia più alta incentivata, quella di livello di emissioni comprese tra 91 e 110 g/km. Di pari passo, sono calate del 46% le immatricolazioni di auto con emissioni superiori ai 110 g/km, ossia quelle non incentivate e, sopra i 160 g/km, penalizzate dal “malus”. Le vendite del segmento si sono contratte di oltre 47.000 unità.

I dati del noleggio

Dati contrastanti arrivano dal segmento del noleggio. Mentre il Noleggio a Lungo Termine registra un calo significativo, aumentano le immatricolazioni di quello a Breve Termine. Sono 21.574 le immatricolazioni del NLT, il 7,75% in meno rispetto alle 23.387 registrate a ottobre 2019.

Leggi anche: Come il Covid sta cambiando il Noleggio auto a breve termine

Registra una crescita pari al 7,71% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente il Rac che, a ottobre 2020, segna 6.396 nuove vetture immatricolate: 458 in più delle 5.938 dello scorso anno. Dati leggermente positivi in un anno che vede un calo del mercato pari -51,59% complessivo.

 

https://youtu.be/gqj_oIRiw6c

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia