31 Ottobre 2017

Nuova Audi A8: il futuro intelligente per le flotte

La nuova Audi A8 si rivolgerà, prima di tutto, ai vertici delle aziende e ai top manager. Ovvero, il gradino più alto nella scala delle flotte aziendali. Ma, in generale, si rivolgerà a tutti coloro che cercano un grado superiore di qualità, comfort e tecnologia. La testimonianza arriva da Alberto Cestaro, responsabile fleet di Audi Italia.

Esterni nuova Audi A8

Caratterizzata da un livello elevatissimo di tecnologia, la nuova “quattro anelli”, che vi abbiamo presentato all’ultimo Salone di Francoforte, è dotata dell’Audi AI Traffic Jam Pilot, il primo sistema al mondo che rende possibile la guida automatizzata di livello 3: su strade a più corsie, con separazione di carreggiata, l’A8 guida da sola fino a 60 km/h, partendo, accelerando, sterzando e frenando nella propria corsia, senza richiedere al conducente di vigilare costantemente la vettura. Il sistema funziona anche allontanando del tutto le mani dal volante. Un concentrato impressionante di innovazioni.

Approfondisci: la prima quattro anelli pensata per la guida autonoma

NUOVA AUDI A8: A CHI SI RIVOLGE

“La nuova Audi A8 si deve senz’altro considerare una vettura di rappresentanza, rivolta dunque principalmente ai vertici delle aziende e ai top manager, ma questo target non esaurisce il pubblico cui ci rivolgiamo. Il modello, pur potendo garantire una visibilità non comune con numeri limitati, può anche essere proposto e commercializzato come vettura da utilizzare tutti i giorni, adatta a chiunque cerchi, insieme a prestazioni d’eccellenza, condizioni di guida di qualità superiore” spiega Cestaro.

UN GIOIELLO TECNOLOGICO

“Un’auto rivolta ai massimi esponenti delle imprese, dunque a persone attente al successo della propria attività, che oggi più che mai si ottiene sfruttando al massimo le risorse offerte dall’innovazione continua, è essa stessa, e non potrebbe essere altrimenti, un gioiello tecnologico” aggiunge Cestaro.

Leggi anche: i quattro anelli puntano sul metano con la gamma g-tron

Ed è proprio questa sua particolarità, secondo Cestaro, uno degli ingredienti del suo successo. “Tutto questo significa che, anche attraverso la sua penetrazione nel segmento delle flotte aziendali, Audi A8 si candida a essere volàno di diffusione di un nuovo modo non solo di pensare l’auto, ma di guidarla giorno dopo giorno”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia