Nuova BMW X1 ibrida plug-in: evoluzione green per le flotte aziendali

La nuova BMW X1 xDrive 25e incontra in pieno le esigenze di Fleet Manager e driver aziendali. Quali sono i suoi punti di forza principali? Lo abbiamo chiesto a Dario Mennella, corporate, direct and special sales manager di BMW Group Italia.

Ridurre emissioni e consumi, optando al tempo stesso per un’auto premium: sono queste le caratteristiche principali della nuova BMW X1 ibrida plug-in, ultima attesa novità della Casa bavarese. Abbiamo intervistato Dario Mennella, corporate, direct and special sales manager di BMW Group Italia, per approfondire tutte le peculiarità della vettura.

Siamo partiti proprio dal posizionamento del modello nelle flotte aziendali. “X1 xDrive 25e, l’evoluzione elettrificata del SAV compatto di casa BMW, sposa pienamente le diverse esigenze di Fleet Manager e driver alla ricerca di efficienza, comfort e dinamicità” spiega Mennella.

Nuova BMW X1 ibrida plug-in 2020 dinamica

“In ambito di scelte aziendali, laddove ci si deve confrontare anche con le tradizionali esigenze di abbattimento dei consumi e quindi dei costi di gestione, la BMW X1 ibrida plug-in si rivela un’ottima scelta. Grazie infatti alla motorizzazione elettrificata, permette di abbattere le emissioni di CO2 e ridurre i consumi, ambito nel quale c’è sempre più attenzione da parte delle aziende, come tassello di una strategia di corporate social responsability” prosegue il manager.

Approfondisci: come funzionano i motori ibridi? 

I PUNTI DI FORZA DELLA NUOVA BMW X1 IBRIDA PLUG-IN

Tra i punti di forza della X1 Plug-in Hybrid spiccano il comfort, gli Adas e gli equipaggiamenti, che favoriscono elevati valori residui. “X1 xDrive 25e mantiene il comfort, l’affidabilità ed il dinamismo che da sempre caratterizzano X1, aggiungendo ancora più efficienza e sostenibilità. Combinando il motore benzina BMW Twin Power turbo a trazione anteriore con quello elettrico che fornisce trazione alle ruote posteriori, è dotata di una trazione integrale specifica che permette distribuzione di potenza sui due assi garantendo stabilità e sicurezza nella guida” specifica Mennella.

Nuova BMW X1 ibrida plug-in su strada

La ricarica è un procedimento semplice. “La vettura viene fornita di serie con il cavo di ricarica rapida per colonnina da 3,7 kW e con quello adatto alla ricarica domestica da 2,3 kW, dando così la possibilità di ricaricare comodamente e completamente la vettura anche a casa in un tempo massimo di 5 ore” aggiunge Mennella.

Tra i punti di forza di BMW X1 xDrive 25enon mancano il design premium, l’affidabilità e l’abitabilità che la rendono perfetta per chi da una vettura richiede il massimo sia sul lavoro che durante i momenti liberi”. Per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida, invece, “offriamo diversi livelli a seconda delle necessità dei driver, per consentire una guida in totale sicurezza”.

3 MOTIVI PER SCEGLIERE UN’IBRIDA PLUG-IN NELLA CAR POLICY

Mennella indica alcune features importanti della BMW X1 xDrive 25e, che determinano un grande appeal per le car policy.

  • DINAMISMO: “La trazione integrale specifica che caratterizza la versione ibrida plug-in della BMW X1, ottenuta combinando il motore a benzina sull’asse anteriore e quello elettrico sulle ruote posteriori, garantisce alla vettura un elevato dinamismo di guida; grazie ai comandi dedicati nella consolle centrale è possibile adattare velocemente la gestione della carica elettrica alle proprie preferenze di guida. La BMW X1 xDrive25e è la vettura perfetta per ogni driver, per chi percorre solo strade cittadine e per chi ha la necessità di affrontare percorsi più lunghi su tracciati misti”.

Retro nuova BMW X1 ibrida plug-in

  • EFFICIENZA: “Il motore elettrico supporta quello termico a benzina nel normale utilizzo e permette la guida in puro elettrico fino alla velocità massima di 135 km/h; l’autonomia massima in modalità full electric è di 57 km. La potenza di sistema è di 220 Cv. La nuova BMW X1 Plug-in Hybrid raggiunge una velocità massima di 193 km/h, con un consumo di carburante misto da 1,9 l per 100 km ed emissioni di CO2 comprese tra 43 e 48 g/km”.
  • ABITABILITÀ: “La capacità di carico, pressoché inalterata rispetto alla versione con motore termico, è di 450 litri, espandibili fino a 1470. L’abitabilità interna è inalterata rispetto alla altre varianti di alimentazione. La BMW X1, anche nella variante Plug-in Hybrid, mantiene le dimensioni esterne compatte senza compromettere l’abitabilità interna che la caratterizza come una delle più spaziose nella sua categoria”.

Leggi anche: il nostro test drive della nuova X1 Phev

VALORI RESIDUI E TCO

BMW X1 è da sempre un modello di grande successo nel mondo delle flotte aziendali.

“La versione ibrida plug-in della nuova BMW X1 sicuramente continuerà ad avere un valore residuo straordinario grazie anche alle sue novità tecnologiche e di design. L’alto valore residuo ed i consumi molto ridotti, che influiscono positivamente sul TCO, posizionano il modello ai vertici della categoria” conclude Mennella.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia