11 Aprile 2018

Nuova Citroën C3 Aircross, la prova della 1.6 BlueHDi 100 Shine

La Citroën C3 Aircross è un Suv compatto dalla spiccata abitabilità e modularità. Non solo per lo spazio offerto dall’abitacolo, ma anche per le tante soluzioni che permettono di sfruttarne al meglio ogni centimetro. Insignita del premio Autobest 2018, vanta 5 stelle Euro NCAP. Una garanzia in più per gli occupanti di questo B-Suv.

Noi abbiamo provato la versione equipaggiata con il 1.6 BlueHDi 100 (la motorizzazione più indicata per il mondo business). Trazione anteriore, cambio manuale a cinque marce e allestimento Shine (il top di gamma). Prezzo: 21.600 euro (chiavi in mano).

Il listino della nuova Citroën C3 Aircross 2018, comunque, è abbordabile per tutte le tasche, visto che parte da 15.500 euro.

IL TEST DRIVE DELLA CITROËN C3 AIRCROSS

DESIGN

La Citroën C3 Aircross è lunga 4,15 metri, larga 1,76 metri e alta 1,64 metri (con un passo di 2,6 metri). Dimensioni compatte e ben proporzionate, che sottolineano le linee dinamiche del modello. Rispetto alla Citroën C3 (da cui eredita la piattaforma), l’altezza dal suolo cresce di 2 cm.

Nuova Citroën C3 Aircross dettagli

Il B-Suv Citroën C3 Aircross non passa inosservato, con un frontale corto e muscoloso che trasmette sensazioni di robustezza. Le luci diurne sono inserite nei listelli cromati che danno forma al double chevron. Più in basso, fendinebbia e fari (di forma quadrata, arrotondata agli angoli) presentano il bordo colorato.

Dietro, spiccano i gruppi ottici con effetto 3D, mentre il paraurti posteriore, dotato di protezione nella parte inferiore, richiama il frontale ed enfatizza la vocazione da Suv del modello.

Approfondisci: La presentazione della C3 Aircross al Salone di Francoforte

85 POSSIBILITÀ DI PERSONALIZZAZIONE

La Citroën C3 Aircross 2018 offre una marcia in più sul fronte della personalizzazione. Agli otto colori per la carrozzeria e ai tre per il tetto (bianco, arancio o nero), si aggiungono i pacchetti Color: le barre portatutto sul tetto, le calotte degli specchietti retrovisori esterni, i coprimozzo dei cerchi, i profili attorno ai fari e l’adesivo a listelli del terzo finestrino laterale si possono scegliere in bianco, grigio, nero e arancio.

Nuova Citroën C3 Aircross esterni

Sono 85 le combinazioni per gli esterni, che si sommano alle cinque varianti per gli interni. La parola d’ordine è personalizzazione.

GLI INTERNI

La Nuova Citroën C3 Aircross sfrutta le funzionalità del divano scorrevole (per 15 cm) e dello schienale abbattibile del sedile anteriore destro per aumentare la capacità di carico e trasportare oggetti lunghi fino a 2,4 metri. Il bagagliaio ha una forma molto regolare e può assumere svariate configurazioni, in base alle necessità del momento. Il piano di carico è asportabile e regolabile su due posizioni. La capacità del baule va da 410 a 1.289 litri.

Nuova Citroën C3 Aircross 2018 bagagliaio

Oltre agli interni modulari, un altro punto di forza della Citroën C3 Aircross è l’abitabilità. Dietro si sta anche in tre, mentre davanti due generosi sedili, che ricordano vagamente nella forma e nel tessuto certe poltrone anni ‘70, accolgono sontuosamente driver e passeggero (un po’ scomoda solo l’inclinazione degli schienali).

Nuova Citroën C3 Aircross divano posteriore

L’abitacolo è ampio e luminoso: le plastiche sono rigide, ma lavorate con una certa cura. La plancia, dall’impostazione minimalista, è arricchita da un’estesa fascia centrale morbida.

IL SISTEMA D’INFOTAINMENT

La strumentazione riprende fedelmente quella della Citroën C3 (leggi qui il test drive). Tutte le funzioni dell’auto si gestiscono attraverso il display touch da 7 pollici, al centro. I comandi sono tutti a sfioramento, compresi quelli posti ai lati dello schermo, con l’eccezione della manopola per regolare il volume.

Nuova Citroën C3 Aircross interni

Il sistema multimediale della Citroën C3 Aircross offre la compatibilità con Apple CarPlay, Android Auto (leggi qui come funziona) e MirrorLink. Prevede pure la ricarica wireless per smartphone. Il cassettino portaoggetti è illuminato e refrigerato.

Leggi anche: La Citroën C3 è Auto Europa 2018

I SISTEMI DI ASSISTENZA ALLA GUIDA DELLA CITROËN C3 AIRCROSS

Vari i dispositivi di assistenza alla guida a bordo della nuova Citroën C3 Aircross 2018:

  • Grip Control con Hill Assist Descent: assicura una motricità controllata su tutti i tipi di fondo stradale, e una velocità ridotta (3 km/h) anche su forti pendenze
  • Active Safety Brake con alert visivo e sonoro: riduce o scongiura il rischio di collisione frontale e frena automaticamente al posto del driver. La telecamera multifunzione situata nella parte superiore del parabrezza riconosce gli ostacoli fissi o mobili e i pedoni
  • Head-up display a colori (scopri qui come funziona)
  • Riconoscimento dei limiti di velocità
  • Commutazione automatica degli abbaglianti
  • Telecamera di retromarcia Top Rear Vision
  • Park Assist: semplifica e rende più sicura la manovra di parcheggio, rilevando automaticamente lo spazio di sosta e poi azionando lo sterzo. Il driver deve solo inserire la retromarcia, accelerare e frenare
  • Avviso di superamento involontario della linea di carreggiata
  • Sistema di sorveglianza dell’angolo morto
  • Driver Attention Alert: avvisa il conducente in caso di calo dell’attenzione
  • Keyless Access and Start
  • Coffee Break Alert

Nuova Citroën C3 Aircross head-up display

C’è pure il servizio di chiamata d’emergenza Citroën Connect Box, con Pack Sos e assistenza inclusa: in caso d’impatto violento si attiva e, sfruttando una scheda sim integrata, comunica la posizione rilevata dal navigatore. Si può anche usare manualmente: tasto rosso per richieste di assistenza urgente (come un malore), pulsante nero nel caso di problemi con l’auto.

COME VA

Entriamo nel vivo del test drive della Citroën C3 Aircross. La versione che abbiamo provato è spinta dall’apprezzato 1.6 turbodiesel a quattro cilindri, nella declinazione da 99 Cv e 254 Nm di coppia massima a 1.750 giri. Vivace quando serve e poco assetata, la Citroën C3 Aircross si mostra subito equilibrata (nel nostro test, su tratti cittadini, extraurbani e autostradali, abbiamo registrato un consumo medio di quasi 18 km/l). Non serve “spremerla” per muoversi disinvolti. Il rumore meccanico è molto attutito e le vibrazioni sono pressoché assenti.

Nuova Citroën C3 Aircross personalizzazione

L’impostazione generale del modello (non solo quella del gruppo motore-cambio) è finalizzata ad esaltare il comfort più che ad assecondare stili di guida particolarmente dinamici. La Citroën C3 Aircross, comunque, sfoggia una discreta agilità sui percorsi misti, supportata da un assetto capace di contenere i movimenti di rollio e beccheggio, ma anche di assorbire le asperità.

GRIP CONTROL

Il B-Suv francese non ha la trazione 4×4, ma (per tutte le versioni, tranne la 1.2 PureTech a benzina da 82 Cv) prevede il Grip Control, per affrontare a cuor leggero un tratto fuoristrada poco impegnativo. Il dispositivo agisce sull’erogazione del motore e sui controlli di trazione e stabilità: per inserirlo si seleziona, tramite una rotella posta sulla console centrale davanti la leva del cambio, la modalità adatta al tipo di fondo (asfalto, neve, sabbia e terra) che si sta per affrontare. Se una ruota motrice inizia a pattinare, l’elettronica la frena per inviare più coppia all’altra, simulando l’azione di un differenziale autobloccante.

Si potrebbe affermare che la Citroën C3 Aircross riesca nell’impresa, per niente scontata, di apparire raffinata ed essenziale allo stesso tempo, curata e tutt’altro che austera, mai banale. Semmai furba. Un’auto, insomma, che ci si può letteralmente “cucire addosso”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia