27 Giugno 2018

Nuova Citroën C4 Cactus, la prova della 1.5 BlueHDi 100 S&S Shine

La nuova generazione della Citroën C4 Cactus si presenta con un look più pulito, senza però rinunciare a quel tocco di esclusività che finora le ha permesso di distinguersi sul mercato. I vistosi airbump laterali (evidentemente troppo polarizzanti) si assottigliano e si spostano alla base delle fiancate (come una citazione stilistica).

Nuova Citroen C4 Cactus esterni

Estetica aggiornata, tanto comfort e molte possibilità di personalizzazione: la nuova Citroen C4 Cactus cambia l’approccio agli spostamenti, prendendo spunto dalla storia e rilanciando l’effetto tappeto volante, riportato in auge grazie alle inedite sospensioni con smorzatori idraulici progressivi. Il risultato? Sembra di galleggiare sulle buche.

Approfondisci: come cambia la Citroën C4 Cactus

LA NUOVA CITROËN C4 CACTUS 2018

La nuova Citroën C4 Cactus (configura qui il modello) adesso sfoggia un frontale più raffinato, ma anche una coda inedita, dove spiccano le luci posteriori a Led con effetto tridimensionale. La linea, quindi, s’ingentilisce, perdendo un po’ della forte caratterizzazione cross country.

Invariata l’impostazione di base della plancia. Cambia, invece, il layout grafico di cruscotto e infotainment. L’abitacolo mantiene l’approccio minimal chic, sottolineato da alcune finiture derivate dal mondo dei viaggi e della moda (maniglie a cinghietta e copertura del vano portaoggetti in stile bauletto).

Nuova Citroen C4 Cactus display infotainment

I comandi sono concentrati nel touchscreen da 7’’ capacitivo. Non ci sono tasti fisici nemmeno per controllare il climatizzatore (se non per spegnerlo o sbrinare parabrezza e lunotto). Tutto avviene al video-tocco. Lo stesso accade per la gestione della radio e dei media (le uniche possibilità di regolazione fisica riguardano il volume). Tutto il resto è gestito dall’impianto d’infotainment, rivisto secondo le ultime logiche del marchio.

COMFORT PRIMA DI TUTTO

Guidare un’auto che vi accompagna nei trasferimenti molleggiandovi è un’esperienza dimenticata in anni in cui ogni vettura è ansiosa di apparire agile e scattante. La nuova Citroën C4 Cactus 2018, invece, vuole cambiare la prospettiva di viaggio, infarcendo un modello lungo 4,17 metri di tutto il comfort di solito riservato a segmenti superiori.

Nuova Citroen C4 Cactus abitacolo

Il suo segreto tecnico risiede nelle sospensioni con smorzatori idraulici progressivi (Progressive Hydraulic Cushions – PHC), che rimandano alla mitologia delle DS (con le costose sospensioni idropneumatiche). Così la Citroën C4 Cactus coniuga un assetto morbido sulle asperità con la salvaguardia della dinamica di guida (non si segnalano incrementi di rollio).

I tecnici francesi si sono concentrati anche sull’insonorizzazione, con vetri più spessi, guarnizioni delle porte più complete e un maggiore impiego di materiale fonoassorbente. Impossibile, poi, non notare i nuovi sedili Advanced Comfort, dalle sedute più morbide e avvolgenti, che assicurano la massima comodità posturale (incluso il contenimento laterale), evitando l’infossamento sui lunghi percorsi.

Nuova Citroen C4 Cactus 2018

Ottima l’abitabilità: abbondante lo spazio a disposizione delle gambe anche di chi si siede dietro, così come ampia la seduta delle poltrone e del divano. Buona la capacità di carico del bagagliaio, che ha un volume di 358 litri (si arriva a 1.170 litri con i sedili posteriori abbassati).

Leggi anche: il test drive della nuova Citroën C3 Aircross 2018

COME VA

Su strada, spiccano le buone qualità di maneggevolezza della nuova Citroën C4 Cactus, agevolate dalla particolare leggerezza della struttura. Noi abbiamo provato il 1.5 turbodiesel da 102 CV, con cambio manuale a cinque marce e allestimento Shine.

Nuova Citroen C4 Cactus test drive

La berlina a gasolio predilige le andature tranquille, assicurando consumi contenuti (alla fine del nostro test drive della Citroën C4 Cactus abbiamo registrato una media di oltre 18 km/l). In generale, quindi, non ama correre. Poco importa. Quello che apprezzerete di più a bordo della nuova Citroën C4 Cactus (presentata in anteprima al Fleet Motor Day 2018) è quel modo neoclassico di trasportarvi da un punto all’altro della città. E non solo, visto che il suo comfort, assieme alle schiume speciali di cui sono composti i sedili e ai miglioramenti dell’insonorizzazione, la rende adatta alla trasferte. Non a caso, il modello strizza l’occhio anche alle flotte aziendali. Non mancano, ovviamente, gli Adas di base.

Nuova Citroen C4 Cactus 2018 sedili

Il prezzo di listino parte da 18.100 euro. In alternativa, si può scegliere la formula del noleggio a lungo termine (scopri qui l’offerta di Free2Move Lease): canone di 299 euro al mese (24 mesi/ 30.000 Km, con un primo canone di 3.865 euro), Iva esclusa, in riferimento alla versione Shine PureTech 110 S&S.

LA SCHEDA DI CITROËN C4 CACTUS

Versione provata BlueHDi 100 S&S Shine
Cilindrata (cc) 1499
Coppia massima (Nm) 250
Potenza (CV) 102
Trazione anteriore
Cambio manuale a 5 marce
Accelerazione 0-100 km (sec.) 10,7
Consumo medio (km/l) 18,5
Emissioni CO2 (g/km) 94
Capacità serbatoio 45
Lunghezza/larghezza/altezza (metri) 4,17/1,71/1,48
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia