Nuova Ford Fiesta: la “settima meraviglia” della best-seller

Sta per arrivare in Italia ed è la protagonista del nostro prossimo “Dossier“. Stiamo parlando della nuova Ford Fiesta 2017, settima generazione di una vettura ormai entrata nel mito. Ecco le sue caratteristiche.

presentazione nuova Ford Fiesta 2017

NUOVA FORD FIESTA 2017: UN MODELLO, CINQUE DECLINAZIONI

La Fiesta settima serie (presentata al Salone di Ginevra) è lunga 4,04 metri, e la gamma cambia approccio e si presenta in 5 declinazioni: alla sofisticata Titanium, si affiancano la brillante ST-Line, l’elegante Vignale, la crossover Active (con maggiore altezza da terra, rivestimenti in plastica lungo la parte bassa della carrozzeria e portapacchi sul tetto) e la sportiva ST.

APPROFONDISCI

COMPATTA HI-TECH

La nuova Ford Fiesta 2017 intende puntare molto in alto in termini tecnologici. Per esempio è la prima Ford a essere dotata di una versione avanzata del sistema di riconoscimento pedoni (che funziona anche al buio) e di un sistema aggiornato di parcheggio semiautomatico “Active Park Assist”, che frena da solo per evitare i piccoli urti durante le manovre. Nonché a montare un impianto audio premium Bang&Olufsen Play da 675 watt (con 10 diffusori, tra cui un subwoofer nel bagagliaio e uno speaker per medie frequenze sul pannello strumenti).

La connettività è assicurata dal sistema “SYNC 3” con touchscreen di dimensioni diverse (da 4,2, 6,5 o 8 pollici) ad alta risoluzione. Non poteva mancare un’evoluzione della gamma motori, nella quale il TDCi 1.5 litri da 120 cavalli è il primo diesel ad alta potenza per la Fiesta.

GLI ADAS

Tra gli Adas, sempre più diffusi nelle flotte aziendali, spicca il sistema di frenata automatica d’emergenza con assistenza pre-collisione, che riconosce e traccia i movimenti dei pedoni oltre che dei veicoli.

Il riconoscimento dei segnali stradali ora avviene anche per le singole corsie autostradali (il display si aggiorna in caso di cambio di corsia) e gli abbaglianti automatici sono stati perfezionati: oggi avvertono la presenza di guard-rail o new-jersey autostradali, identificando camion o veicoli alti che procedono in direzione opposta, e regolando la profondità dei fari di conseguenza (tra l’altro in modo progressivo, non a scatto, per massimo comfort visivo).

Infine, sempre per essere “benchmark”, la Fiesta può montare anche il sistema di monitoraggio del traffico in arrivo, in retromarcia. Più noti, ma sempre non comuni nel segmento, l’Adaptive Cruise Control, il limitatore di velocità regolabile, il Blind Spot Monitoring, il mantenimento di corsia, e il Forward Collision Warning.

Interni nuova Ford Fiesta 2017

I MOTORI

Protagonista fra i motori  della nuova Ford Fiesta 2017 è il 3 cilindri EcoBoost 1.0, disponibile in 3 step di potenza (100, 125 e 140 cavalli) e cambio a 6 marce (anche automatico Powershift con paddle al volante per la variante da 100 cavalli).

Che viene affiancato da un 1.1 aspirato da 70 o 85 cavalli con cambio manuale a 5 marce. In ambito diesel, il TDCi 1.5 (85 e 120 cavalli) ha guadagnato potenza rispetto alla serie precedente, ma ha ridotto le emissioni di CO2 (si parte da soli 87 g/km).

PRODUZIONE AVVIATA

Intanto, nei giorni scorsi Ford ha annunciato l’avvio della produzione negli stabilimenti di Colonia. La versione Titanium (insieme alla Plus), nel dettaglio, sarà disponibile all’inizio dell’estate, mentre la ST-Line e la Vignale arriveranno negli showroom nell’ultimo trimestre dell’anno. Infine, la Active e la nuova Fiesta ST, saranno disponibili nel primo trimestre del 2018.

(Il dossier completo sarà pubblicato sul numero di giugno di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia