Nuova Ford Kuga: una gamma completa per conquistare le flotte aziendali

Abbiamo chiesto a Fabrizio Quinti, fleet sales director di Ford Italia, di sintetizzarci le caratteristiche che rendono la nuova Ford Kuga 2020 adatta al mondo delle flotte aziendali. Ecco i punti di forza, con un particolare focus sulla Kuga Plug-in Hybrid.

La nuova Ford Kuga si presenta al mondo delle flotte aziendali come la vettura più completa della gamma dell’Ovale Blu, sia in termini di allestimenti, sia per quanto riguarda le motorizzazioni, con 3 versioni ibride che utilizzano tecnologie differenti tra loro per venire incontro alle reali esigenze di ciascun driver.

Questo è il biglietto da visita della terza generazione di una delle vetture più note del brand. Ma quali sono le sue peculiarità? A quali utenti Business si rivolge? Come si posiziona in termini di VR e TCO? Lo abbiamo chiesto a Fabrizio Quinti, fleet sales director di Ford Italia.

Approfondisci: caratteristiche e consumi del modello dell’Ovale Blu

NUOVA FORD KUGA: FULCRO DELLA STRATEGIA GREEN

Innanzitutto, la nuova Ford Kuga rappresenta il fulcro della strategia green della Casa. “Il piano di elettrificazione della gamma Ford, denominato Go Electric Plan, è stato lanciato due anni fa, con un investimento complessivo di 11 miliardi di dollari, e prevede il lancio di 40 veicoli elettrificati entro il 2022, di cui 18 in Europa entro il 2021” sottolinea Quinti.

Presentazione nuova Ford Kuga Plug-in Hybrid

La strategia di Ford prevede due punti cardine fondamentali:

  1. Offrire un’ampia gamma di soluzioni elettrificate per dare a ciascun cliente la migliore scelta;
  2. Rendere l’elettrificazione rilevante ed accessibile a un pubblico ampio.

“All’interno di questo progetto, la nuova Kuga è particolarmente strategica, perché, con 3 versioni ibride, Plug-in Hybrid, Mild Hybrid e Full Hybrid, è la Ford più elettrificata di sempre” prosegue Quinti.

NUOVA FORD KUGA PLUG-IN: I PUNTI DI FORZA PER LE FLOTTE AZIENDALI

In particolare, la grande novità è rappresentata dalla nuova Ford Kuga Plug-in Hybrid, che sarà molto interessante per le flotte aziendali.

Leggi anche: Ford Fleet Management, nuovi strumenti per la gestione delle flotte

LA TECNOLOGIA IBRIDA

“Siamo riusciti a offrire la tecnologia ibrida plug-in più avanzata sul mercato a un prezzo estremamente competitivo: abbiamo infatti adottato la trasmissione Power-Split – che consente di ottimizzare il funzionamento del motore elettrico con quello termico – e un propulsore a benzina a ciclo Atkinson, caratterizzato da una maggiore efficienza agli alti regimi e, quindi, la scelta ideale da abbinare ad un motore elettrico. Il risultato è una vettura dai consumi estremamente contenuti in qualsiasi condizione di utilizzo. Anche quando la batteria non viene ricaricata le percorrenze sono del tutto comparabili a quelli di un diesel – spiega il fleet sales director di Ford Italia – con grandi vantaggi in termini di TCO”.

Per quanto riguarda il posizionamento sul mercato, “nonostante la presenza di una tecnologia estremamente sofisticata, riusciamo a offrire la vettura con un prezzo nettamente inferiore rispetto ai modelli competitor”.

Ford Plug-in Hybrid

ADAS E ALLESTIMENTI

Un altro punto di forza è costituito dai sistemi di assistenza alla guida. “La nuova Kuga presenta il pacchetto Co-Pilot, che offre la guida autonoma di livello 2” evidenzia Quinti. Comfort e sicurezza, dunque, sono assicurati.

Il resto lo fanno gli allestimenti Titanium e ST-Line, che presentano equipaggiamenti di serie molto ricchi.

SPAZIO

Inoltre, occorre sottolineare lo spazio a disposizione di driver e passeggeri, aspetto fondamentale quando si parla di un’auto che viene utilizzata per lavoro.

“Non abbiamo fatto alcun compromesso a livello di spazi: la nuova Kuga, essendo 11 cm più lunga rispetto al modello precedente, offre un’abitabilità maggiore rispetto al passato e il bagagliaio è ai vertici della categoria, con 645 litri” illustra il manager.

TCO E VALORI RESIDUI

Un ultimo aspetto importante riguarda TCO e valori residui, due aspetti prioritari per i Fleet Manager.

Leggi anche: quali sono i trend dei valori residui dopo il Covid?

“I riscontri delle società di noleggio sulla nuova Kuga Plug-in Hybrid sono molto positivi: la tecnologia ibrida plug-in di ultima generazione è stata premiata e il valore residuo, quindi, è ai vertici della categoria anticipa Quinti – Questo aspetto, unito al prezzo di listino contenuto, si traduce in canoni di noleggio estremamente competitivi, addirittura inferiori alle versioni diesel”.

ricarica nuova Ford Kuga

A CHI SI RIVOLGE LA NUOVA FORD KUGA PLUG-IN HYBRID

Le caratteristiche del sistema ibrido plug-in, unite agli altri punti di forza descritti, fanno sì che la nuova Ford Kuga alla spina sia particolarmente appetibile per le car policy e le esigenze di aziende di ogni dimensione e tipologia.

“L’efficienza nei consumi conclude Quinti – rende la nuova Kuga particolarmente flessibile e adatta a un utilizzo trasversale: ideale non solo per il commuting urbano ma anche per i driver che fanno più strada”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia