20 Luglio 2018

Nuova Jeep Wrangler 2019, la regina del fuoristrada

La nuova Jeep Wrangler 2019 è pronta al debutto sul mercato italiano. L’arrivo negli showroom è previsto a settembre 2018. Tre gli allestimenti disponibili: Sport, Sahara e Rubicon, con configurazione a 3 e 5 porte.

Auto fuoristrada nuova Jeep Wrangler 2019

La nuova Jeep Wrangler 2019 è la più abile di sempre nella guida off-road, ma anche nell’utilizzo quotidiano, garantendo livelli più alti di comfort e handling. Il design conserva gli stilemi autentici del leggendario fuoristrada a stelle e strisce.

A disposizione due sistemi di trazione integrale full time active on demand (Command-Trac e Rock-Trac), assali Dana next-generation, bloccaggi elettrici dei differenziali Tru-Lock, differenziale a slittamento limitato Trac-Lok e barra stabilizzatrice anteriore a scollegamento elettronico. In più, la nuova Jeep Wrangler 2019 propone avanzati contenuti tecnologici e una dotazione completa di sistemi di sicurezza e assistenza alla guida.

Approfondisci: la presentazione della nuova Wrangler al Salone di Ginevra 2018

LA NUOVA JEEP WRANGLER 2019

La nuova Jeep Wrangler 2019 presenta linee scolpite, mantenendo i tradizionali tratti stilistici del marchio americano. Si riconosce subito per i fari circolari, la griglia a sette feritoie, i passaruota trapezoidali, le cerniere a vista, il parabrezza ripiegabile (ha un’inclinazione ottimizzata per migliorare l’aerodinamica) e sport bar.

Nuova Jeep Wrangler 2019

Con la quarta generazione arrivano nuove opzioni open-air per la copertura superiore, che garantiscono una libertà ancora maggiore nella la guida “scoperta”.

Il design robusto (con la linea di cintura abbassata e finestrini più grandi che assicurano una visibilità migliorata) è enfatizzato dai fari anteriori e posteriori a Led, mentre all’interno, sulla console centrale, spicca il nuovo sistema d’infotainment Uconnect con funzionalità ampliate e schermi da 5,0″, 7,0″ o 8,4″ (display tattile capacitivo ad alta definizione). Prevista la compatibilità con gli standard Apple CarPlay e Android Auto.

MOTORI

In Italia la gamma motori della nuova Jeep Wrangler 2019 propone due novità: un nuovo turbodiesel MultiJet II da 2.2 litri (200 CV) e il turbobenzina da 2.0 litri (272 CV).

Entrambi i propulsori sono abbinati al nuovo cambio automatico a otto marce e dotati di sistema Stop-Start (ESS).

Leggi anche: il test drive della nuova Jeep Renegade 2019

ADAS

La nuova Jeep Wrangler 2019 fa un passo in avanti anche sul fronte della sicurezza attiva e passiva. La lista degli Adas comprende il dispositivo Blind-Spot Monitoring con Rear Cross Path detection, la telecamera posteriore ParkView con griglia dinamica, il controllo elettronico della stabilità (ESC) con sistema antiribaltamento ERM (Electronic Roll Mitigation) e quattro airbag di serie.

Nuova Jeep Wrangler statica al salone di Ginevra 2018

Oltre 180 accessori esclusivi (firmati Mopar) ampliano le possibilità di personalizzazione e adattamento alle esigenze specifiche dei proprietari della nuova Jeep Wrangler.

Leggi anche: il test drive della Jeep Compass

I SISTEMI DI TRAZIONE INTEGRALE

Dai terreni più impervi alle più esclusive vie urbane: la nuova Jeep Wrangler promette di essere sempre a suo agio. Progettata per andare ovunque, il Suv americano è il risultato di oltre 75 anni di leadership nello sviluppo di sistemi 4×4.

La dimostrazione arriva dai due sistemi di trazione integrale disponibili (entrambi sono dotati di scatola di rinvio Selec-Trac full time a due velocità per il monitoraggio e la gestione continua della coppia inviata alle ruote anteriori e posteriori): quello denominato Command-Trac equipaggia le versioni Sport e Sahara, mentre quello Rock-Trac (più estremo) è presente sulle Jeep Wrangler Rubicon.

Nuova Jeep Wrangler 2019 frontale

La nuova Jeep Wrangler 2019 (svelata per la prima volta al Salone di Los Angeles) adotta la tecnologia “shift on the fly”, che permette di passare dalla modalità di marcia a due ruote motrici (2WD) a quella a quattro ruote motrici (4WD High) a una velocità fino a 72 km /h. In condizioni di guida normali, si marcia a due ruote motrici (2WD), con la trasmissione del 100% della coppia all’asse posteriore.

Spostando l’apposita leva del ripartitore nella posizione 4WD High, si passa alla modalità a quattro ruote motrici (ideale su fondi a scarsa aderenza, come nel caso di guida su sabbia, fango, neve o ghiaccio). La posizione 4H permette adesso di selezionare la nuova modalità Auto, che garantisce un’andatura confortevole in qualsiasi condizione di guida (in virtù del monitoraggio e della gestione continua della coppia, innestando e disinnestando automaticamente la trazione integrale 4WD in base alla necessità).

In alternativa, si può scegliere la modalità 4H Part Time, per una distribuzione uniforme della coppia sui singoli assi. Quando il gioco si fa duro, poi, ecco la modalità 4WD Low che prevede l’inserimento delle marce ridotte, affrontando in sicurezza i percorsi off-road più difficili.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia