Salone di Parigi, la nuova Land Rover Discovery pronta per le car policy aziendali

Finalmente si è svelata in tutta la sua imponente eleganza. E’ lei, la nuova Land Rover Discovery 2017, protagonista assoluta dello stand Jaguar Land Rover al Salone di Parigi 2016. Una vettura interessante anche e soprattutto per il target delle flotte aziendali, come conferma Daniele Maver, presidente e amministratore delegato di JLR Italia.

NEL SEGNO DELLA STORIA 

Due anni fa, sempre al Salone di Parigi, Jaguar Land Rover aveva presentato la nuova Discovery Sport. Ora tocca alla nuova Land Rover Discovery 2017, il cui reveal è stato a dir poco spettacolare: a fare da sfondo all’evento, infatti, è stata la più grande installazione mai fabbricata con il lego, alta 13 metri e che ha riprodotto fedelmente il Tower Bridge di Londra.

VIDEO: LA NUOVA LAND ROVER DISCOVERY AL SALONE DI PARIGI

TECNOLOGIA 

Fra le novità tecnologiche del nuovo Suv premium Land Rover spicca l’Intelligent Seat Fold, che consente di riconfigurare a distanza la seconda e terza fila di sedili tramite una app dello smartphone. La nuova Discovery, inoltre, offre fino a 9 porte USB, sei prese a 12 volt ed un hotspot WiFi a bordo, al quale si collegano fino ad 8 dispositivi. Inoltre l’app Spotify di Jaguar Land Rover, appena annunciata, metterà a disposizione musica e playlist personalizzate basate sui gusti del driver. Comfort e connettività, in definitiva, per le flotte aziendali.

SOTTO AL COFANO DELLA NUOVA LAND ROVER DISCOVERY 2017

La nuova Land Rover Discovery 2017
La nuova Land Rover Discovery 2017 svelata al Salone di Parigi

Maver, nella video-intervista che ci ha concesso in occasione del Salone di Parigi, sottolinea in primis il “salto in avanti dal punto di vista del design“, e, allo stesso tempo, la presenza del “telaio in alluminio che garantisce leggerezza, e di un nuovo motore 4 cilindri da 240 Cv, potente ma caratterizzato da consumi contenuti”. Tutte queste caratteristiche rendono la nuova Land Rover Discovery 2017 particolarmente adatta alle esigenze della clientela B2B, senza ovviamente tralasciare la versatilità e le sue capacità “fuoristradistiche” superiori.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia