26 Maggio 2017

Nuova Mazda CX-5, raffinata robustezza per le aziende

La nuova Mazda CX-5 sta arrivando proprio in questi giorni in concessionaria. A giugno parte la commercializzazione. Cinque anni dopo il lancio, nel 2012, il Suv medio della Casa nipponica si affina dal punto di vista estetico, cambiando molto di più “sottopelle”.

Nuova Mazda CX-5 dinamica

La Mazda Cx-5 ha totalizzato, nel mondo, un milione e mezzo di esemplari venduti (12.000 in Italia) e più di 90 premi vinti. Partendo da queste basi, si è evoluta restando fedele alla filosofia umano-centrica del costruttore.

Approfondisci: i SUV protagonisti nella seconda metà del 2017

Come ha dichiarato il program manager Masaya Kodama, la nuova Mazda CX-5 è stata concepita per dare gioia a driver e passeggeri ed entrare a far parte  della loro vita. Per raggiungere questo obiettivi, gli ingegneri hanno cambiato ben 698 particolari alla versione uscente della CX-5. Risultato: migliorano la dinamica di guida, la silenziosità, il comfort e la sicurezza.

NUOVA MAZDA CX-5

COSA CAMBIA NELLA NUOVA MAZDA CX-5

Nato secondo il concetto di “robustezza raffinata”, la nuova Mazda CX-5 esalta la filosofia stilistica Kodo-Soul of Motion del marchio, conferendo al nuovo modello una personalità dinamica, grazie alle linee più fluide.

Cambiano pure la griglia del muso e la forma dei fari, sia quelli anteriori (più sottili) sia i posteriori. All’interno, la plancia appare più fruibile di prima, con lo schermo del sistema d’infotainment che sporge sulla parte superiore, molto più visibile che in passato. Migliora anche la sensazione di qualità dei materiali.

NEL DETTAGLIO

Tra le novità della nuova Mazda CX-5, da segnalare l’esclusivo sistema G-Vectoring per il controllo dinamico dell’auto, i nuovi fari a Led a matrice, il motore diesel dotato di sistema Natural Sound Smoother, De Boost Control (controllo sovralimentazione), Natural Sound Frequency Control e gli inediti doppi cristalli anteriori “silence” per un comfort e una silenziosità da primato.

Nuova Mazda CX-5 abitacolo

La scocca della nuova Mazda CX-5 presenta una maggiore rigidità torsionale di oltre il 15% rispetto al modello precedente, riducendo il ritardo di risposta del corpo vettura agli interventi sul volante. Freni, sospensioni e sterzo sono stati affinati per migliorare la stabilità di marcia e il comfort, arricchendo e migliorando ulteriormente il piacere di guida “Jinba Ittai”.

LISTINO

Tre gli allestimenti della nuova Mazda CX-5: Evolve, Exceed ed Exclusive. Sul fronte delle motorizzazioni, oltre al 2.0 a benzina da 160 o 165 CV e al 2.2 diesel da 150 0 175 CV, c’è l’ingresso del 2.5 a benzina da 194 CV dotato del sistema di disattivazione dei cilindri per limitare i consumi. Il listino parte da 28.150 euro, per arrivare a 40.250 euro.

Per continuare a cavalcare l’onda del successo del modello in Italia, la nuova CX-5 si presenta sul mercato con quella che in Mazda definiscono la right-price policy, ovvero la politica del giusto prezzo. Significa offrire l’auto con un prezzo di listino reale, che rispecchi il vero valore, senza sconti e promozioni. A confermare la bontà della “politica del giusto prezzo” è il fatto che la versione uscente della CX-5, dopo 3 anni dall’acquisto, conservi un valore residuo in linea con i più blasonati marchi premium.

COME VA SU STRADA

Sulle strade nei dintorni di Barcellona abbiamo provato in anteprima la nuova Mazda CX-5. Il 2.0 Skyactiv-G a benzina da 160 CV, abbinato al cambio automatico a sei marce, è sottotono quanto a brio. Motore e trasmissione non sono in sintonia.

Leggi Anche: il Test Drive a bordo di Mazda6

La situazione cambia decisamente con i diesel Skyactiv-D (da 150 o 175 CV), apprezzati per prestazioni e, soprattutto, consumi modesti, grazie al rapporto di compressione particolarmente alto. In questo caso, la dinamica di marcia è molto più fluida, sia con il cambio automatico sia con quello manuale (entrambi a sei rapporti). Il 2.2 diesel è l’ideale per le flotte aziendali.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia