Nuova Mercedes Classe B, il test drive della monovolume della Stella

Funzionale come sempre, ma più elegante, la nuova Mercedes Classe B segna un salto verso l’alto in termini di design, comfort e contenuti tecnologici, ampliando ulteriormente la funzionalità, da sempre elemento distintivo di questo modello.

La cura ringiovanente della nuova Mercedes Classe B prende il via da una vocazione più dinamica della serie precedente.

La terza generazione della monovolume della Stella si evolve per garantire una piena “esperienza Mercedes” non solo al driver, ma anche ai suoi ospiti: dal design alla piattaforma tecnologica, cambia tutto.

La nuova Mercedes Classe B 2019, infatti, ha il compito di rappresentare il nuovo corso delle auto funzionali compatte della Casa. Il suo biglietto da visita è la linea emozionale ma purista, sportiva ed elegante al tempo stesso. Un’impostazione estetica che va oltre la classica idea di monovolume, per giungere ad una più contemporanea e attraente definizione di “Sports Tourer”.

Prima dell’arrivo in showroom, abbiamo provato la nuova Mercedes Classe B, per un primo contatto nei dintorni di Roma. Il listino parte da 27.140 euro. Quattro gli allestimenti: Executive, Sport, Sport Plus e Premium. Prevista anche la versione Business Extra, realizzata su base Sport, con gli accessori più richiesti dall’utente professionale e caratterizzata da un importante vantaggio cliente per le aziende e per le società di noleggio.

ANTEPRIMA NUOVA MERCEDES CLASSE B 2019

A livello estetico, da sottolineare la linea ribassata del tetto, gli sbalzi corti, le spalle muscolose ma non “palestrate”, cerchi più grandi (arrivano a 19 pollici). Profilo a cuneo, muso verticale, grandi vetrate e lamiere lisce caratterizzano la nuova Mercedes Classe B. 

All’anteriore, gruppi ottici con luci diurne a Led. Sono disponibili anche i full Led e i Multibeam Led (consentono un adeguamento elettronico estremamente rapido e preciso delle luci di marcia alle condizioni del traffico presenti). Al posteriore i gruppi ottici Led sdoppiati, il diffusore nero e l’alettone conferiscono un’immagine maggiormente dinamica.

La monovolume della Stella è lunga 4,42 metri, larga 1,80 metri e alta 1,56 metri, con un passo di 2,73 metri (più lungo di tre centimetri). 

design-mercedes-classe-b-2019

Il valore Cx della nuova Mercedes Classe B parte da 0,24 (rispetto allo 0,25 del modello precedente). La linea più bassa del tetto, da cui scaturisce una minore sezione frontale della vettura, contribuisce anch’essa all’ottimo coefficiente aerodinamico. Gli ingegneri sono intervenuti anche sui più piccoli dettagli per ridurre il fruscio aerodinamico. Risultato: un abitacolo più silenzioso.

Approfondisci: Mercedes-Benz, strategie e novità 2019 della Stella

INTERNI

A livello di architettura, rimane l’impostazione da monovolume, con tanto spazio per testa e spalle degli occupanti.

La plancia segue lo schema già visto sulla nuova Mercedes Classe A (anche se qui ha un andamento più verticale), con la strumentazione a doppio display digitale, il sistema di infotainment Mbux e le bocchette d’areazione circolari per la ventilazione.

In termini di praticità dell’abitacolo, tanti particolari sono stati rivisti per aumentare la fruibilità della vettura: il tunnel centrale è meno ingombrante, dunque lo spazio per il quinto passeggero è aumentato e lo schienale posteriore è frazionabile 40:20:40 di serie. Il divano scorre di 14 cm aumentando il bagagliaio da 455 litri a 705 litri (questo equipaggiamento a richiesta sarà disponibile da metà 2019.) Con lo schienale ripiegato e caricando i bagagli fino al tetto, il vano di carico ha una capacità massima di 1.540 litri.

Il conducente siede 9 centimetri più in alto rispetto alla Mercedes Classe A e gode di una visuale a 360°, anche in virtù della sezione ottimizzata dei montanti del tetto che coprono meno l’area circostante.

DINAMISMO 

Un modello di classe premium come la nuova Mercedes Classe B 2019 non può prescindere dal proporre elevati standard in termini di piacere di guida

Argomento che riguarda certamente le prestazioni, ma anche l’agilità, la sensazione di controllo e quell’imprescindibile binomio reattività-comfort, che di solito caratterizza le auto più riuscite e più importanti del mercato.

posteriore-nuova-mercedes-classe-b

Perciò questa nuova Sports Tourer ha un’impostazione molto più dinamica rispetto al precedente modello, pur offrendo maggiore abitabilità.

A seconda della versione, oltre alla configurazione base sono disponibili diverse opzioni, tra cui un assetto comfort ribassato e un assetto con sospensioni attive, che permette al conducente di variare con il Dynamic select la taratura degli ammortizzatori durante la marcia.

Leggi anche: scopri la gamma Mercedes 2019

SEDILI CON MASSAGGIO

La nuova Mercedes Classe B è più potente nei motori e più brillante su strada, ma introduce anche nuovi sistemi specificamente orientati alla comodità di guida. Uno di questi, pensando in particolare alle auto aziendali, è la funzione “Energizing” dei sedili elettrici (prima appannaggio esclusivo di segmenti superiori ma oggi disponibile tra gli equipaggiamenti della nuova Mercedes Classe B).

Durante il viaggio, i motorini elettrici dei sedili apportano modifiche minime all’inclinazione del cuscino e dello schienale, che inducono chi è seduto a cambiare posizione, migliorando la postura della schiena e riducendo quindi l’affaticamento. In più, c’è anche il massaggio.

INFOTAINMENT 

Avviata dalla nuova Mercedes Classe A una vera e propria rivoluzione del tradizionale concetto di plancia portastrumenti, gli interni della nuova Mercedes Classe B ne reinterpretano la filosofia per applicarla all’ambito di un veicolo funzionale, ovvero più alto e spazioso di una berlina, multi-purpose nella vocazione.

Il disegno della plancia, infatti, non è lo stesso: sulla Classe B si presenta come un volume unico digradante verso gli occupanti, con due anse davanti al driver e al passeggero anteriore. Di fronte al primo c’è l’area dei monitor, completamente indipendente rispetto al resto del cruscotto, costituita da due display da 7’’, nella configurazione di serie. Area che può essere ampliata con uno schermo da 7” e uno da 10,25” oppure, in variante widescreen, con due display da 10,25”.

Interni nuova Mercedes Classe B

Sulla console centrale si trova il sistema di comando touch, che ha l’aspetto di un “black panel”, come sulla Mercedes Classe E.

In questo contesto, vera protagonista è l’interfaccia utente del sistema multimediale MBUX, dotata di intelligenza artificiale. Con l’obiettivo di realizzare un sistema avveniristico e intuitivo, oltre ai comandi tattili di serie, è stata scelta una grafica 3D molto brillante e sono stati introdotti il comando vocale “Hey Mercedes” e la realtà aumentata MBUX.

Basato su un software di riconoscimento della voce naturale, permette d’impartire comandi senza dover impiegare formule fisse e predeterminate. 

MOTORI

La partita non si gioca soltanto in termini di info-telematica di bordo: da una Mercedes-Benz è lecito aspettarsi alta qualità anche in fatto di hardware, perciò il corredo motoristico della nuova Mercedes Classe B è distintivo, sia in termini di raffinatezza progettuale, sia di possibilità di personalizzazione, ovvero di ampiezza della gamma.

Debuttano nuovi motori , in due step di potenza per il 1.3 litri a benzina (dotato di filtro antiparticolato oltre che della disattivazione automatica dei cilindri) e tre step per i diesel, che si basano su due unità: 1.5 litri da 116 CV e 2.0 litri da 150 CV e 190 Cv. Quest’ultima in particolare, modificata per l’installazione trasversale rispetto a quella longitudinale di varie Mercedes delle categorie superiori (come Mercedes Classe C e Classe E), grazie all’ampliamento del sistema di post-trattamento dei gas di scarico con un catalizzatore SCR sottopavimento aggiuntivo, soddisfa già oggi i requisiti del ciclo di omologazione RDE (Real Driving Emissions) obbligatori dal 2020 ed è certificato Euro 6d.

motori-nuova-mercedes-classe-b

A completare l’offerta, poi, ci pensano la Classe B 220 4MATIC da 190 CV e la B 250 Automatic da 224 CV, entrambe a benzina.

I livelli di emissioni vanno da 102 a 158 g/km di CO2, a seconda del tipo di motorizzazione. Quindi, niente ecotassa.

Per favorire l’erogazione della coppia, garantire motricità e sicurezza, la trasmissione automatica è prevista di serie su tutti i motori al lancio, con un nuovo cambio doppia frizione a otto marce per il 2.0 turbodiesel. Per gli altri motori, sempre di serie, il cambio è invece il 7G-DCT (automatico a doppia frizione a sette marce). Sempre imprescindibile per una piacevole fluidità di marcia. Attese anche varianti con cambio manuale a sei marce e versioni 4MATIC a trazione integrale.

ADAS

Quasi scontata l’abbondanza di Adas. Benché nella categoria delle compatte, la nuova Mercedes Classe B introduce sistemi di sicurezza presenti sulle Stelle “più grandi”, Mercedes Classe S in primis. 

Con il nome di “Mercedes-Benz Intelligent Drive”, la Casa identifica diverse funzioni di assistenza alla guida che aiutano attivamente il driver. L’auto può viaggiare, per esempio, in modalità parzialmente automatica, in alcune situazioni specifiche, grazie a telecamere e sensori radar che permettono di rilevare le condizioni del traffico fino a 500 metri di distanza. Utilizzando i dati cartografici e di navigazione, il sistema di regolazione della distanza “Distronic” può rendere più confortevole la guida, riducendo automaticamente la velocità in prossimità di curve, incroci o rotatorie.

gruppo-ottico-mercedes-classe-b

A queste funzioni si aggiungono sistemi già più diffusi come l’assistenza nella frenata di emergenza e nel cambio di corsia. In abbinamento al sistema Pre-Safe, i sedili anteriori sono dotati di un pretensionatore della cintura a comando elettrico, che aumenta la sicurezza reale, oltre alla sua percezione da parte degli occupanti. Di serie su tutte le versioni, il sistema di frenata attivo rileva anche pedoni e ciclisti in attraversamento.

COME VA SU STRADA

La prima impressione è che si tratti di un’auto costruita con cura, nella migliore tradizione Mercedes. L’auto mantiene un’impostazione stradale votata al comfort, per via dello sterzo preciso e progressivo, ma non particolarmente pronto. Come è giusto che sia su un’auto da famiglia.

nuova-mercedes-classe-b-2019

Motore e cambio lavorano d’amore e d’accordo, così quando si preme sul gas la coppia arriva subito forte e chiara. Un’andatura fluida, comunque, è più consona a quest’auto. Così si possono sfruttare meglio le molte funzionalità di comfort e sicurezza che offre di serie o a richiesta, come il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza Distronic e il sistema per il controllo automatico delle traiettorie. Il conducente, comunque, deve sempre avere tutto sotto controllo, anche se l’impegno di guida è alleggerito.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia