I 10 segreti della nuova Mini Countryman 2020 [VIDEO]

Undici versioni disponibili, tanta tecnologia e un motore ibrido-plug-in. Ecco alcuni segreti della nuova Mini Countryman 2020. Che ovviamente mantiene inalterato il suo fascino British.

La sua essenza viene riassunta da poche parole: è la Mini più grande. Un ossimoro, se vogliamo, ma anche un dato di fatto che rende la nuova Mini Countryman un’auto che strizza l’occhio a una fascia di clientela ampia, che comprende anche le flotte aziendali

La nuova generazione dell’inglesona (l’ossimoro continua a ronzarci in testa) si evolve in termini di spazio, versatilità, funzionalità e comfort. E poi è anche ibrida plug-in e, quindi, rispecchia i crismi green del momento. Con queste premesse, abbiamo analizzato il modello ai raggi X e vi presentiamo i 10 segreti della nuova Mini Countryman 2020.

I 10 SEGRETI DELLA NUOVA MINI COUNTRYMAN 2020

1) BRITISH DESIGN

Quasi 4,3 metri non sono pochi per una Mini. Ma il design della nuova Mini Countryman rispecchia in tutto e per tutto la tradizione della Casa inglese. Rispetto al passato il restyling si fa vedere: cambiano il frontale, con una nuova griglia e i fari a Led di serie, e il retro, con il rivestimento del paraurti ridisegnato per conferire maggiore presenza su strada. 

Esterni nuova Mini Countryman

Sulla Countryman si notano immediatamente l’altezza da terra e quell’aria da Suv che fanno di questa vettura una vera e propria chicca nell’offerta della Casa inglese. A proposito di British, non mancano ovviamente le luci posteriori con il simbolo dell’Union Jack.

Approfondisci: le caratteristiche della nuova generazione in sintesi

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia