Nuova Mitsubishi Outlander 2020, ibrido plug-in con l’abito Engelberg Tourer

Se la componente tecnica dell'ibrido plug-in sarà un'evoluzione dell'attuale offerta Outlander, il design e altre caratteristiche del suv risulteranno decisamente differenti e vicine alla visione del concept Engelberg Tourer

Tratti da Engelberg, affinamento di una scuola ibrida plug-in consolidata. Così, nuova Mitsubishi Outlander, si presenterà nella seconda metà del 2020.

Un’anteprima sul modello di segmento D, affiancato dal debutto di un secondo suv in una fascia di mercato dalle dimensioni più compatte. La conferma arriva dall’a.d. Mitsubishi Europe, Bernard Loire, intervistato da Automotive News.

NUOVA MITSUBISHI OUTLANDER PHEV

Mitsubishi Engelberg Concept nuovo Outlander

Se Outlander continuerà a presidiare il segmento D, in quota 4,70 metri di lunghezza, l’altra proposta dovrebbe essere il rinnovamento di Mitsubishi ASX. Vista la sovrapposizione attualmente in essere con Eclipse Cross relativamente alle dimensioni esterne, per nuova ASX dovrebbe presentarsi un posizionamento nella fascia dei suv urbani.

Leggi anche: Il 2020 di Mitsubishi, novità L200 e ASX

DYNAMIC SHIELD FEDELE A ENGELBERG

Quanto a nuova Outlander, i muletti di sviluppo avvistati su strada rivelano il design di chiara ispirazione Engelberg Tourer Concept, presentato al Salone di Ginevra 2019 e caratterizzato dall’evoluzione del Dynamic Shield, linguaggio stilistico del frontale. Fari sdoppiati, calandra dalla griglia ridotta in ampiezza, “boomerang” cromati a raccordare visivamente fari e paraurti. Così, l’impronta stilistica principale del suv.

Nuova Mitsubishi Outlander 2020
© Carscoops.com

CARATTERISTICHE DI NUOVA OUTLANDER PHEV

Loire ha confermato anche lo sviluppo del progetto su una piattaforma dell’Alleanza Nissan-Renault-Mitsubishi, per posizionamento gli indizi puntano nella direzione dell’architettura impiegata da Nissan X-Trail.

Leggi anche: Outlander PHEV, sforbiciata alle emissioni di Co2

Elemento di forza del nuovo Outlander sarà l’evoluzione del sistema ibrido plug-in, confermato nella componente termica del motore 2.4 litri aspirato a Ciclo Atkinson e con un’autonomia di marcia in elettrico che potrebbe centrare i 70 km anticipati dal concept Engelberg Tourer, contro i circa 45 km dell’attuale generazione.

Interni di Mitsubishi Engelberg Tourer Concept

MITSUBISHI VERSO L’ADDIO AL DIESEL 

Mitsubishi va nella direzione dell’abbandono del diesel in Europa, le varianti a gasolio 2.2 litri di Eclipse Cross, la cui produzione verrà stoppata sul finire del 2020. Benzina e ibrido plug-in saranno le motorizzazioni prevalenti nella gamma europea.

E relativamente all’ibrido ricaricabile emergono dati interessanti in merito alle abitudini di utilizzo e ricarica, frutto di un sondaggio condotto da Mitsubishi tra i propri clienti. Chi guida una Outlander PHEV è solito ricaricare dalla presa le batterie una volta ogni tre giorni, ha svelato Bernard Loire.

Leggi anche: Eclipse Cross, il diesel in anteprima al Fleet Motor Day

Per un suv ibrido plug-in particolarmente apprezzato sul mercato europeo, c’è un’offerta Mitsubishi nel segmento delle citycar che verrà rinnovata e vedrà Space Star oggetto prossimamente di un aggiornamento. Il marchio, sempre per voce dell’a.d. della divisione europea, ha confermato l’impegno nel segmento A.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia