26 Novembre 2018

Nuova Mitsubishi Outlander Phev 2019: al volante dell’ibrida plug-in giapponese

Siamo stati al volante della nuova Mitsubishi Outlander Phev 2019, da Milano alla Franciacorta. Ecco come va l'ibrida plug-in giapponese, che sta per arrivare nel nostro Paese.

Il primo contatto l’avevamo avuto all’inizio dell’estate nel cuore della Francia. Oggi abbiamo avuto il piacere di replicare in Italia. La nuova Mitsubishi Outlander Phev 2019 sta per arrivare nel nostro Paese (a dicembre i primi modelli saranno nelle concessionarie) e noi siamo stati per qualche ora al volante dell’ibrida plug-in giapponese.

Un test drive lungo oltre 100 chilometri, da Milano alla Franciacorta, uno dei territori più affascinanti della Lombardia. Che ci è servito per mettere a fuoco ancora di più le caratteristiche dell’Outlander Phev 2019

Approfondisci: scopri qui tutte le caratteristiche dell’ibrida nipponica

COME CAMBIA LA NUOVA MITSUBISHI OUTLANDER PHEV 2019

Giusto piccoli ritocchi. La nuova Mitsubishi Outlander ibrida plug-in 2019, almeno esternamente, non tradisce il Dna della precedente generazione: le dimensioni rimangono le stesse (4,7 metri di lunghezza, a fronte di una larghezza imponente, 1,80 metri, e un passo importante, 2,67 metri), ma l’insieme è più sportivo, grazie alla griglia frontale e al paraurti ridisegnati, ai nuovi fari Led, allo spoiler sul tetto. Gli inediti cerchi da 18 pollici multirazza completano il quadro. 

design mitsubishi outlander phev 2019

Saliamo a bordo per partire. E apprezziamo subito il nuovo sedile di guida, caratterizzato da una sagoma ridisegnata e da supporti ben fatti in ottica di comfort. Capiamo così che la nuova Mitsubishi Outlander Phev 2019 non disdegna i lunghi viaggi. Prima di innestare la marcia in D, scendiamo ancora un attimo e guardiamo il bagagliaio. I trolley ci stanno decisamente bene, dato che abbiamo a disposizione 453 litri, in grado di diventare ben 1.584 litri con i sedili posteriori abbattuti. 

IL MOTORE DELLA NUOVA MITSUBISHI OUTLANDER PHEV

Bastano pochi chilometri (ed erano bastati anche qualche mese fa in Provenza) per scoprire il brio del propulsore: stiamo parlando del nuovo motore benzina a ciclo Atkinson da 2.4 litri e 135 Cv di potenza (una quindicina di Cv in più rispetto alla generazione precedente), abbinato a due motori elettrici, uno all’anteriore e uno al posteriore. In totale, il sistema ibrido è in grado di erogare ben 224 Cv, tutti a favore delle prestazioni. 

motore mitsubishi outlander phev 2019

Queste ultime sono esaltate anche da ciò che non si vede: la batteria della nuova Mitsubishi Outlander Phev, che aumenta la sua capacità rispetto al passato, arrivando a 13,8 kWh, e la sua potenza del 15%. Il pacco batterie, fra l’altro, è posizionato sotto al pianale, in modo da non inficiare sull’abitabilità del Suv.

Come abbiamo già scritto, le emissioni sono di 46 g/km (ciclo WLTP) e si può andare in modalità EV anche a velocità più sostenute, fino a un massimo 135 km/h. 

Leggi anche: come funziona il motore a ciclo Atkinson

IMPRESSIONI DI GUIDA 

Nei percorsi misti che caratterizzano la zona della Franciacorta, lo spunto dell’ibrida plug-in giapponese è molto deciso: d’altro canto la coppia del propulsore benzina è passata da 190 Nm a 211 Nm.  Ai semafori si riparte sempre in elettrico e, tenendo il piede leggero, si va costantemente in modalità EV. In autostrada, naturalmente, entra in scena il motore termico, che si conferma silenzioso. Occorre però non schiacciare troppo sull’acceleratore, per evitare un consumo più elevato di carburante. 

Non c’è il navigatore integrato, e questo aspetto, almeno inizialmente, spiazza un po’ chi è abituato ad azionarlo appena si siede al volante, ma c’è la funzione “mirroring” che, attraverso Apple CarPlay e Android Auto, consente di utilizzare quello dello smartphone.

interni mitsubishi outlander phev 2019

Cinque le modalità di guida che questa Mitsubishi mette a disposizione: Normal, Eco, le nuove Sport – per dare maggiore brio – e Snow, e Lock (quattro ruote motrici). C’è anche la modalità Charge, inseribile solo ad andature tranquille, che consente alla batteria di ricaricarsi automaticamente, come accade anche in fase di frenata. Infine, la nuova Mitsubishi Outlander Phev 2019 non disdegna i terreni accidentati: è una vera 4×4, caratterizzata dalla trazione integrale e dal sistema Super All-Wheel Control

GLI ADAS

La nuova Mitsubishi Outlander Phev 2019, inoltre, prevede una folta batteria di Adas:

  • Forward Collision Mitigation, di serie su tutte le versioni, per prevenire le collisioni frontali
  • Blind Spot Warning (rileva i veicoli nei punti ciechi)
  • Cruise Control Adattivo (di serie)
  • Lane Departure Warning (di serie)
  • Automatic High Beam (commutazione automatica da abbaglianti a anabbaglianti)

Inoltre, in fase di manovra (molto comodi, date le dimensioni della vettura) ci sono i sensori di parcheggio anteriori e posteriori e il Multi Around Monitor, oltre al Rear Cross Traffic Alert, che rileva veicoli in avvicinamento con la retromarcia inserita.

LA RICARICA

Arrivati alla meta ci fermiamo per il pranzo. Un paio d’ore di sosta per ricaricare la nuova Mitsubishi Outlander Phev 2019. Attacchiamo la presa e pensiamo al relax della buona tavola. Quando torniamo, non rimaniamo delusi: in 120 minuti la batteria è carica a metà (la ricarica completa avviene in quattro ore con una presa di corrente da 230 V), mentre con la “quick charge” occorrono solo 25 minuti per ottenere una ricarica all’80%.

Leggi anche: scopri perchè le auto elettriche e ibride crescono nelle flotte aziendali

Quando ripartiamo, in ogni caso, non abbiamo l’ansia di “rimanere a piedi” tipica dell’elettrico. Sull’ibrido plug-in, infatti, c’è il motore termico a rassicurarci. Un vantaggio che, come in passato, giocherà a favore del successo sul mercato dell’Outlander Phev.

IL LISTINO

Tre gli allestimenti disponibili: Instyle SDA, Instyle Plus SDA e Diamond SDA. Il listino parte da 49.900 euro (chiavi in mano) dell’entry level, per arrivare a 55.400 euro del top di gamma. 

Al lancio, Mitsubishi proporrà un’offerta speciale: la nuova Outlander Phev 2019 sarà acquistabile per due anni con un anticipo di circa il 50% sul prezzo di listino (da 24.000 euro), senza rate e senza interessi, con la copertura assicurativa completa inclusa. Al termine dei 24 mesi, il cliente potrà scegliere se saldare la vettura, finanziare la cifra che manca o restituirla.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia