Già 50mila ordini per la nuova Opel Crossland X 2017
 

Nuova Opel Crossland X: in Europa già 50mila ordini


Ottimo debutto per la nuova Opel Crossland X 2017: il crossover della Casa del Fulmine, a poche settimane dal lancio (ma prenotabile da marzo), ha infatti già raggiunto 50mila ordini in tutta Europa.

nuova Opel Crossland X 2017 lancio europeo

Un dato, comunicato dallo stesso Costruttore tedesco, che testimonia l’appeal della nuova gamma X, che presto si arricchirà anche con la nuova Grandland X, in mostra al prossimo Salone di Francoforte. “Il nostro nuovo crossover ha stile, praticità e un abitacolo spazioso. Il tutto in una vettura di dimensioni compatte” ha commentato Peter Kuspert, managing director sales & aftersales di Opel a proposito dei numeri della nuova Opel Crossland X 2017.

Approfondisci: Guarda le immagini del crossover compatto e delle altre novità del Fulmine al Salone di Ginevra 2017

NUOVA OPEL CROSSLAND X 2017: UN CONCENTRATO DI TECNOLOGIA

A testimonianza dell’importanza della tecnologia sulle vetture di ultima generazione, all’incirca la metà dei clienti ordina il modello con equipaggiamenti quali la telecamera posteriore e la telecamera posteriore panoramica.

Opel, inoltre, fa sapere che il 40% dei clienti opta per l’assistente al parcheggio anteriore e posteriore, mentre il 25% sceglie l’Advanced Park Assist, un sistema in grado di parcheggiare in maniera automatica la vettura.

Leggi anche: il nuovo Vivaro Tourer, confortevole come una sala riunioni

SICUREZZA E COMFORT DI GUIDA

Proseguendo con le statistiche, quasi un cliente su cinque ha ordinato la nuova Opel Crossland X 2017 con i fari anteriori full Led, pensati per agevolare la guida notturna, e i sedili ergonomici AGR per driver e passeggero, ottimi per garantire comfort nei lunghi viaggi.

L’allestimento più richiesto dai clienti? E’ l’Innovation, ovvero il più ricco di dotazioni. Quasi tutti scelgono tetto e carrozzeria bicolore a contrasto. La personalizzazione della vettura, dunque, rimane un elemento imprescindibile per i driver europei.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*