Nuova Porsche Cayenne Coupé: la prova su strada del Super Suv

Abbiamo provato la nuova Porsche Cayenne Coupé sulle strade delle Dolomiti. Il Super Suv della Casa tedesca assume le sembianze di un’elegante coupé. Prestazioni d’eccellenza grazie al motore 3 litri (o 4 litri nella versione Turbo), abbinate a tenuta di strada e comfort di guida.

Comfort e sportività. Duplice è l’emozione che si prova nel sedersi a bordo della nuova Porsche Cayenne Coupé. Noi l’abbiamo provata in Alto Adige e in Veneto, sulle Dolomiti, lungo le strade che da Bolzano portano verso Cortina e, poi, verso Bressanone. Duecento km di sinuose salite e discese, tra passi e paesaggi incantati. L’ideale per saggiare le qualità di un vero bolide, che però sa trasformarsi anche in una stradista di buona compagnia.

La prima domanda è: cosa cambia rispetto alla Porsche Cayenne? Beh, prima di tutto la linea del tetto, che si abbassa scendendo verso la coda. Ma, in generale, la carrozzeria è studiata in modo differente.

nuova Porsche Cayenne Coupé 2019

Approfondisci: L’elettrica Taycan e le altre novità del Salone di Francoforte 2019

NUOVA PORSCHE CAYENNE COUPÉ: ESTERNI

Eleganza pura. La lunghezza rimane pressoché invariata rispetto alla “sorella” (4,93 metri), ma la silhouette affilata da coupé è davvero evidente, a cominciare dai montanti anteriori e dal parabrezza che, rispetto alla Cayenne, si abbassano di 20 millimetri. La coda, inoltre, è più larga e il passaruota è maggiormente bombato.

Frontale nuova Porsche Cayenne Coupé 2019

Il tetto della nuova Porsche Cayenne Coupé, ovviamente, si inclina in modo marcato avvicinandosi alla parte posteriore, ma questo, occorre sottolinearlo, non inficia sugli spazi. La sportività è esaltata dalla presenza sul retro dello spoiler adattativo estendibile con bordo nero, che favorisce l’aerodinamica della vettura.

GLI INTERNI

La nuova Porsche Cayenne Coupé 2019 (leggi qui le sue caratteristiche) presenta di serie il tetto panoramico in vetro (la variante in carbonio è disponibile su richiesta). Una chicca che consente ai passeggeri di godersi il panorama, ma anche necessaria per avere maggiore luminosità all’interno del grande abitacolo.

interni nuova Porsche Cayenne Coupé

La linea da coupé, come accennato, non riduce l’abitabilità, perché i sedili posizionati più in basso di 30 millimetri rispetto al Suv tradizionale consentono a chi sta seduto dietro di avere una buona quantità d’aria sopra la testa. Lo spazio per ospitare quattro persone non manca. A favorire il comfort sono anche i sedili anteriori sportivi con regolazione elettrica a 8 vie e con poggiatesta integrati. Il bagagliaio, infine, ha una capacità di 625 litri,  che passa a 1.540 litri quando si abbattono i sedili posteriori.

Leggi anche: scopri le caratteristiche del noleggio della Casa di Stoccarda

EQUIPAGGIAMENTI E MOTORI

In generale, gli equipaggiamenti di serie sono molto ricchi: comprendono infatti, per fare qualche esempio,  il servosterzo Power Steering Plus sensibile alle variazioni di velocità, i cerchi in lega da 20” (quelli da 22” sono su richiesta), il  Park Assist anteriore e posteriore con retrocamera, molto comodo nelle manovre e sulle strade strette, il sistema di regolazione elettronica degli ammortizzatori Porsche (PASM) e il pacchetto Sport Chrono. La plancia è dominata dal sistema Porsche Communication Management, con schermo touch full-HD da 12,3 pollici.

I motori della nuova Porsche Cayenne Coupé sono rigorosamente benzina: si parte dal sei cilindri 3.0 turbo da 340 Cv e 450 Nm di coppia, per arrivare al mostruoso V8 4.0 della Cayenne Turbo Coupé da 550 Cv (770 Nm di coppia, che equivalgono a un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi).

A breve, però, saranno disponibili anche la Cayenne S Coupé da 440 Cv, e le versioni ibride plug-in Cayenne E-Hybrid da 462 Cv e Cayenne Turbo S E-Hybrid da 680 Cv

retro nuova Porsche Cayenne Coupé

IMPRESSIONI DI GUIDA

Abbiamo cominciato il nostro tour delle Dolomiti proprio a bordo della nuova Porsche Cayenne Turbo Coupé. Stupefacente è la capacità del motore di trasformarsi: a bassi giri, si mantiene silenzioso e tranquillo, ma quando si aumenta l’andatura (specie adottando la modalità di guida Sport Plus), mostra tutta la sua forza, in grado di sprigionare a terra i 550 Cv nei sorpassi e di “mangiarsi” le curve. Il cambio automatico a otto marce è fluido e la trazione integrale Porsche una garanzia. 

Siamo poi saliti a bordo della nuova Porsche Cayenne Coupé 3.0 da 340 Cv, che, rispetto alla prima versione testata, cede ovviamente qualcosa in termini di aggressività, a favore di una guida all’insegna del comfort. Nonostante il giro lungo, la guida rimane rilassata, aspetto importante per chi percorre quotidianamente molti chilometri.

Di fondo la nuova Cayenne Coupé, in entrambe le versioni, rimane una sportiva nata e incollata alla strada. Se proprio vogliamo trovare una piccola pecca, il motore, ad alti giri, fa sentire parecchio la sua “voce”. Ma forse, a ben guardare, sarebbe stato più strano il contrario. Il listino parte da 86.692 euro per la Porsche Cayenne Coupé e da 151.230 euro per la versione Turbo Coupé, incluse Iva e dotazioni specifiche.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia