Nuova Renault Zoe rilancia autonomia e prestazioni con i 52 kWh

Incrementata la capacità del pacco batterie, l'offerta di motorizzazioni è declinata in due livelli di potenza. L'autonomia è, per entrambi, di 390 km. Rinnovamento anche estetico, ora il design è più scolpito sul frontale

Tre generazioni dopo è un raddoppiare e più, autonomia e capacità del pacco batterie. Nuova Renault Zoe si presenta completamente rinnovata.

NUOVA RENAULT ZOE

Nuova Renault Zoe

Lo fa introducendo un pacco batterie da 52 kWh, dal precedente 40 kWh e l’iniziale specifica da 22 kWh del 2012, prima volta sulla scena dell’elettrica Renault.

Allora copriva appena 150 km per ciclo di ricarica, valori dichiarati nel NEDC. Oggi dichiara un’autonomia molto più interessante, che si spinge a 390 km nel ciclo WLTP. Merito della maggior capacità offerta dal pacco batterie agli ioni di litio, da 326 kg e una tensione di 400 volt. Ingombri invariati rispetto alla seconda generazione, migliora la densità energetica. 

I TEMPI DI RICARICA DI RENAULT ZOE

Sarà possibile ricaricare la Zoe anche da postazioni veloci a 50 kW, dalle quali in 30 minuti si avrà l’equivalente energetico necessario per coprire 150 km. Ricarica possibile anche da postazioni pubbliche a 11 o 22 kWh, con tempi ovviamente molto più lenti.

Approfondisci: Quanto costa noleggiare Renault Zoe?

La ricarica domestica, invece, con Wallbox opzionale da 7 kW, richiede 9 ore e 25 minuti per portare il livello di carica da 0 al 100%.

MOTORE PIÙ POTENTE

Energia utilizzata per alimentare il motore da 135 cavalli, altra novità della Zoe di terza generazione. Incrementa potenza e coppia rispetto all’unità da 108 cavalli, che resta tra le alternative a listino. Valori di coppia differenziati, da 225 Nm tra 500 giri e 3.395 giri/min, la più potente 135 cavalli eroga 245 Nm tra i 1.500 giri/min e i 3.600 giri/min.

Approfondisci: Come va la Zoe 108 cv? Il test

Risulta essere molto più pronta in ripresa, visti i 2”2 in meno impiegati per passare da 80 a 120 km/h, operazione completata in 7”1.

Caratteristiche di Nuova Renault Zoe

La velocità massima, adesso, è autolimitata a 140 km/h, anziché 130 orari, mentre in accelerazione da 0 a 100 orari bastano meno di 10″.

DESIGN, UN FRONTALE DI MAGGIOR PERSONALITÀ

Sono novità sostanziali, quelle proposte dalla Renault Zoe 2019. Sviluppi tecnici e affinamenti al design, chiari in un frontale più scolpito, tra paraurti e cofano motore, nonché fari full led dalla grafica più accattivante e tutt’uno con i profili cromati della calandra. Frontale che, dietro il logo Renault, nasconde la duplice presa di ricarica, per operazioni a corrente alternata e corrente continua.

INTERNI, SU TUTTE LA STRUMENTAZIONE DA 10 POLLICI

Anche i fari posteriori sono oggetto di un rinnovamento della grafica, mentre all’interno di Renault Zoe gli interventi principali vedono l’introduzione di una strumentazione virtuale da 10 pollici sin dalle versioni d’accesso.

Leggi anche: Corrente porta Zoe in car sharing a Bologna

L’infotainment propone uno schermo touch da 9,3 pollici a sviluppo verticale. Un abitacolo con illuminazione led e vano per la ricarica wireless dello smartphone, in una plancia dalla quale sarà possibile modificare le modalità di guida, con la novità del B Mode.

B MODE PER GUIDARE CON UN SOLO PEDALE

Si tratta di una funzione grazie alla quale diventa più semplice la guida con un solo pedale, l’acceleratore. l’elettronica non fa altro che variare la quantità di recupero energetico in fase di sollevamento del pedale dal gas, incrementando così l’effetto frenante e consentendo la gestione dei rallentamenti senza ricorrere al pedale del freno.

Interni di Nuova Renault Zoe

ADAS, TIENE LA CORSIA E AVVISA SUI LIMITI DI VELOCITÀ

Migliora anche il comfort a bordo, grazie all’adozione del parabrezza acustico. Quanto all’offerta di sistemi di assistenza alla guida, non manca il riconoscimento della segnaletica stradale, la riduzione automatica della luminosità dei fari per non abbagliare altri veicoli, il Lane Keeping Assist e l’alert di uscita involontaria dalla corsia, l’avviso del superamento dei limiti di velocità, la frenata automatica d’emergenza e l’automatismo per il parcheggio, che si somma ai sensori per le manovre “manuali”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia