Nuova Seat Leon 2019, spunti di Tarraco: ibrida nel 2020

La quarta generazione della berlina compatta avrà un design influenzato dal suv Tarraco. Cinque porte e station wagon, sarà anche ibrida plug-in e non rinuncia all'offerta della versione TGI a metano. La scopriremo nel corso del 2019

Prendi Tarraco, il suo frontale, e immaginalo non più da suv ma nelle vesti di berlina. Compatta, come nuova Seat Leon 2019. La quarta generazione verrà presentata nel corso del 2019 e i muletti di sviluppo tradiscono già in modo sufficientemente chiaro i connotati che avrà la segmento C, progetto che verrà condiviso nel pianale dalla Golf 8 e dalla nuova Audi A3.

NUOVA LEON, PIÙ SPAZIO A BORDO

Nuova Seat Leon 2019, foto spia
© AutoExpress.co.uk

Si andrà nella direzione di un ampliamento del passo rispetto ai 2,60 metri attuali della Leon. Poco meno di 5 centimetri, l’incremento atteso, così come una larghezza superiore. Dicevamo del suv Tarraco (approfondisci le caratteristiche del suv presentato al Salone di Parigi), di come lo stile del frontale di nuova Leon ne risulterà chiaramente influenzato. I muletti anticipano la presenza di una calandra a trapezio che le camuffature non riescono a nascondere nelle forme definitive e nel posizionamento molto più perpendicolare al terreno di quanto non faccia la Seat Leon oggi sul mercato.

Anche i gruppi ottici seguiranno i tagli lanciati dal suv, un’impostazione tutta spigoli e triangoli che la berlina 5 porte ha già nel proprio dna. Migliorerà nell’appeal e trasferirà ancora maggior dinamismo grazie alla diversa inclinazione dei fari, “a freccia” verso la calandra.

BERLINA, WAGON E CROSSOVER?

La razionalizzazione della gamma vedrà l’uscita di scena di Leon SC, niente più 3 porte, la gamma sarà composta dalla 5 porte, dalla station wagon e, secondo alcuni rumours, una sorta di crossover che faccia da anello di congiunzione tra berlina e suv Seat Ateca.

Seat Leon SC 2018

Le sostanziali novità stilistiche proseguono con una linea di cintura rivista e, soprattutto, un volume posteriore dal lunotto di dimensioni ridotte e un originale trattamento del raccordo con il portellone, che si apprezzerà meglio una volta svelata la carrozzeria: potrebbe proporre un gradino piuttosto ampio nella giunzione tra lunotto e portellone.

Leggi anche: Seat presenta la guida assistita via rete mobile

MOTORI NUOVA SEAT LEON, METANO E IBRIDO GLI “ALTERNATIVI”

Motore Seat Leon TGI

Il capitolo motorizzazioni vedrà l’offerta ruotare intorno ai nuovi propulsori tre cilindri 1.0, il quattro cilindri 1.5, tutti ovviamente turbocompressi, come l’1.6 TDI. Nel 2020 scopriremo Seat Leon ibrida plug-in, accreditata di circa 50 km di autonomia elettrica, mentre l’ibrido leggero a 48 volt è destinato a riprendere le soluzioni che adotterà nuova Volkswagen Golf, sebbene sia ancora incerto l’orizzonte di lancio su Leon.

Approfondisci: Pro e contro delle auto bifuel a metano

La spinta di Seat sulle alimentazioni alternative, il bifuel a metano in particolare, porterà una motorizzazione a gas anche sulla nuova generazione della compatta, destinata a impiegare l’1.5 TGI.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia