Nuova sezione Digital Automotive di Aniasa: telematica e mobilità connessa

La nuova sezione Digital Automotive di Aniasa affiancherà le altre quattro esistenti (noleggio a lungo termine, rent-a-car, vehicle sharing, servizi all'auto) per occuparsi di telematica e mobilità connessa.

Aniasa ha inaugurato la sua nuova sezione interna “Digital Automotive” che si occuperà di telematica e mobiltà connessa.

Digital Automotive di Aniasa: il nuovo reparto di telematica e mobilità connessa

Fondata dai principali protagonisti dell’Intelligence of Think, la nuova sezione avrà il compito di trovare nuovi strumenti di analisi destinati agli attori della mobilità e alle istituzioni.

Leggi anche: il 2019 è un anno di svolta per la telematica

ANIASA APRE UNA SEZIONE PER TELEMATICA E MOBILITÀ CONNESSA

Durante l’Assemblea dell’Associazione è stata comunicata la notizia di apertura della nuova sezione dedicata alla telematica e alla mobilità connessa. Il nuovo reparto Digital Automotive di Aniasa è stato fondato dai principali esperti dell’IoT dell’automotive:

  • Aci Infomobility
  • Alphaevolution Technology (UNIPOL)
  • LoJack
  • Omoove (Octo)
  • Safo Group
  • Targa Telematics
  • Texa
  • Viasat
  • Vodafone Automotive

Approfondisci: la telematica nelle flotte aziendali, un’offerta sempre più amplia

“L’apertura di ANIASA verso le nuove forme di mobilità condivisa e connessa che si stanno  rapidamente diffondendo, evidenzia il ruolo da protagonista che l’Associazione sta giocando nell’evoluzione in corso dell’offerta e della domanda di mobilità, sempre più propensa al modello ‘pay per use’ e meno vincolata alla proprietà del bene auto. Primo obiettivo dell’Associazione in questo ambito sarà la definizione, attraverso il dialogo con le istituzioni, di un contesto chiaro di regole sulla gestione dei dati condivisi attraverso i dispositivi che mettono in connessione i veicoli.”

Massimiliano Archiapatti, Presidente di Ansiasa

Secondo un recente studio, condotto da Aniasa e Bain&Company, ormai un italiano su 3 guida un’auto connessa e la metà dei conducenti sono comunque interessati a munirsene. Inoltre il 60% degli automobilisti sarebbe disposto a condividere i dati della propria auto, per aumentare la sicurezza in caso di incidenti, furti o manutenzione. Il nuovo reparto Digital Automotive di Aniasa avrà proprio il compito di raccogliere nuovi strumenti di analisi per una mobilità sempre più connessa.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia