Nuova Toyota Mirai 2020 migliora l’autonomia e il design

Toyota Mirai rilancia l'elettrico a fuel cell e propone un progetto totalmente rinnovato. Architettura TNGA, maggiore autonomia, stile elegante, sono le caratteristiche principali del concept

Sceglierla perché è bella, non perché “fa tendenza”. Nuova Toyota Mirai 2020, dopo l’anticipazione sotto forma di concept car lo scorso ottobre, conferma i contenuti tecnici con i quali si presenterà sul mercato europeo nel corso del 2020, lancio atteso nella parte finale dell’anno.

Nuova Toyota Mirai 2020

Mirai di seconda generazione è radicalmente diversa dal modello presentato nel 2014 e, da allora, venduto globalmente in 10 mila esemplari.

NUOVA TOYOTA MIRAI, IDROGENO ELEGANTE

Tecnologia di frontiera, la fuel cell a idrogeno. I limiti infrastrutturali sono noti, quanto a diffusione delle stazioni di rifornimento, sebbene non manchino i progetti di sviluppo della rete, con diverse partnership avviate da Toyota in Italia.

Leggi anche: Gamma Toyota 2020, onda ibrida da Yaris a RAV4

L’elettrico alimentato da fuel cell è un laboratorio tecnico sul quale, tuttavia, diversi marchi operano da tempo. Ha il potenziale di liberare l’elettrico dal vincolo della ricarica delle batterie, promettendo un’esperienza di rifornimento simile alle motorizzazioni convenzionali. Un pieno di idrogeno è un’operazione che richiede circa 5 minuti.

Nuova Toyota Mirai cambia registro in modo radicale. Anzitutto sul design, molto più appagante rispetto alla prima generazione.

Caratteristiche di Toyota Mirai 2020

Una grande tre volumi dalla coda quasi tronca, linee equilibrate e un frontale vicino agli stilemi della produzione Toyota “classica” per motorizzazioni. I grandi cerchi da 20″ regalano un appeal aggiuntivo. 

SCELTA MIRAI PER CARATTERISTICHE ED EMOZIONI

Abbiamo lavorato per realizzare un’auto che i clienti vorranno guidare sempre, una macchina con un design emozionale e attrattivo, il tipo di prestazioni dinamiche e reattività che possono portare un sorriso sulla faccia del guidatore”, così il capo ingegnere del progetto, Yoshikazu Tanaka.

Approfondisci: Come funziona un’auto a fuel cell?

“Voglio che i clienti dicano ‘Scelgo la Mirai perché la voglio, è capitato che sia una fuel cell’”.

DIMENSIONI DI TOYOTA MIRAI 

Dimensioni di Toyota Mirai

Una seconda generazione che nasce su architettura modulare TNGA con trazione posteriore, assicura maggiore rigidità della scocca e un baricentro più basso. Le dimensioni confermano come sia la versione -N a prestarsi all’impiego su Mirai: lunghezza di 4,97 metri, larghezza di 1,88 metri, altezza di appena 1,47 metri, per un passo ampio, di 2,92 metri.

Leggi anche: Toyota, l’elettrico a batterie su un’architettura dedicata

MIRAI, CARATTERISTICHE E AUTONOMIA 

Autonomia di Toyota Mirai 2020

Dal sistema fuel cell, Toyota ha sviluppato incrementi prestazionali significativi. L’autonomia di marcia è superiore del 30%, per un dato di 500 km con un pieno di idrogeno. L’incremento è frutto anche dell’adozione di tre serbatoi, per una capacità di stoccaggio di idrogeno 1 kg superiore.

Leggi anche: Una Mirai entra nella flotta Wurth

INTERNI DI TOYOTA MIRAI, MAXI INFOTAINMENT

Interni di Toyota Mirai 2020

Alle linee esterne rese più accattivanti si abbina un abitacolo ad alto tasso tecnologico. I contenuti da grande berlina di prestigio sono anticipati dall’accostamento tra materiali e inserti, un design con un tunnel centrale molto ampio e una plancia sulla quale spicca la soluzione di infotainment da 12,3 pollici accanto alla strumentazione digitale.

Altra importante innovazione del progetto Mirai 2020, l’offerta di 5 posti a bordo anziché 4.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia