Nuova Yaris Hybrid, prime impressioni di guida

Se downsizing dev’essere che sia almeno ibrido, per dare alle flotte aziendali un impulso green e verso il contenimento del Tco. Abbiamo provato in anteprima a Dusseldorf (la città con la comunità giapponese più grande d’Europa) la nuova Yaris, il modello con cui Toyota ha conquistato il segmento B in Europa, con 750mila unità vendute dal 1999.

DESIGN ESTERNO – Il frontale della nuova Yaris è ispirato ai temi di design Keen Look e Under Priority, con un elemento ad “X” che separa in modo netto la parte superiore del frontale della vettura da quella inferiore, come possiamo vedere anche sulla Aygo. Il posteriore è caratterizzato dal nuovo paraurti che incorpora il diffusore, dai nuovi gruppi ottici a LED e dal nuovo profilo della cornice per l’alloggiamento della targa.

GLI INTERNI – Gli interni, sempre piuttosto essenziali, sono stati sottoposti a miglioramenti per esaltare il comfort a bordo. Gli sforzi si sono concentrati soprattutto sulla qualità dei materiali, soprattutto dal punto di vista della percezione tattile, più “morbida” della versione precedente. È stata anche ampliata la disponibilità degli equipaggiamenti e dei colori.

LE MOTORIZZAZIONI – La nuova Yaris sarà offerta in quattro diverse motorizzazioni: un 1.0 benzina 3 cilindri, un’unità 1.3 4 cilindri benzina, un 1.4 diesel D-4D e una Hybrid.

La versione ibrida Yaris già oggi da sola esprime un terzo delle vendite. Ora è stata adattata per soddisfare gli standard Euro 6 relativi alle emissioni, con alcuni perfezionamenti che ne hanno migliorato il livello di emissioni di CO2, scese oggi da 79 a 75 g/km. Con un’economia dei consumi di 3,3 l/100 km e con emissioni ai vertici della categoria (virtualmente azzerate quelle di protossido di azoto e di particolato), questa versione rappresenta una unicità all’interno del segmento B.

YARIS HYBRID – Appena saliti a bordo la Yaris Hybrid colpisce per la sua eccezionale silenziosità, la maneggevolezza e il comfort di guida (molto bello e leggero il volante). Il cambio automatico, graditissimo in città, garantisce una guida fluida e rilassata. La Yaris Hybrid è alimentata da un motore 4 cilindri da 1.497 cc a ciclo Atkinson. L’unità dispone di un sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR), di una pompa dell’acqua elettrica, di una catena della distribuzione a basso attrito, di un collettore di aspirazione realizzato in materiale composito e di uno di sistema di scarico estremamente compatto.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia