28 Maggio 2020

Riapertura autoscuole: nuove regole per esami di guida pratici e teorici

Dal 3 giugno riapriranno anche le autoscuole e, anche loro, dovranno attenersi alle disposizioni di sicurezza. Ecco tutte le indicazioni per la ripartenza delle scuole guida e per gli esami sia teorici che pratici.

Con l’avvio della Fase 2, siamo tornati a muoverci (entro certi limiti) e, presto, potranno cominciare a farlo anche i possessori di foglio rosa in attesa di ottenere, finalmente, la patente. Dal 20 maggio, infatti, le scuole guida hanno riaperto le porte ai propri allievi.

nuove regole esami di guida

E, ha sancito il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal 3 giugno è prevista anche la riapertura degli uffici della Motorizzazione Civile al fine di svolgere gli esami teorici. Ecco tutte le nuove regole per esami di guida, sia pratici che teorici.

NUOVE REGOLE ESAMI DI GUIDA: LA TEORIA

Si attende ancora una risposta chiara alle richieste di Confarca, la confederazione che rappresenta le autoscuole italiane, riguardanti la possibilità, date le contingenze, di svolgere gli esami nelle sedi delle scuole guida. Mentre è già certo che, dal 3 giugno, sarà possibile ricominciare a organizzare sessioni di esame presso gli uffici della Motorizzazione Civile. A patto di rispettare le seguenti regole:

  1. Limitare l’accesso in aula dei candidati, mantenendo circa 4mq a persona;
  2. Installare, ove possibile, barriere parafiato in plexiglass su tre lati delle postazioni;
  3. Igienizzare, tra una sessione e l’altra, scrivanie, monitor, parafiato, maniglie e bagni;
  4. Differenziare i percorsi di ingresso ed uscita dall’aula e dall’edificio;
  5. Privilegiare l’aggregazione in unico turno dei candidati della stessa autoscuola;
  6. Non comunicare l’esito dell’esame sul momento, come di norma, ma farlo in modalità esclusivamente telematica;
  7. Rendere accessibile sul web il video di “autoistruzione” proiettato prima della prova d’esame, per limitare la permanenza dei candidati in aula.

NUOVE REGOLE ESAMI DI GUIDA: LA PRATICA

Superata la teoria, arriva il momento di mettersi al volante e mostrare all’esaminatore la propria abilità alla guida. Anche per questo, il Ministero dei Trasporti ha stabilito precise regole da rispettare per salvaguardare la sicurezza di candidati e istruttori. Per quel che riguarda gli esami per le patenti A, la non presenza dell’esaminatore a bordo del veicolo, rende necessario il solo utilizzo dei DPI e il mantenimento del distanziamento sociale fra tutti i presenti alla seduta, evitando assembramenti a seguito della prova.

nuove regole esami di guida - patente

 

Più complesse, invece, le norme per gli esami per le patenti B. Le fasi 1 e 2 si svolgeranno con il solo candidato a bordo: le richieste verranno formulate oralmente e il candidato risponderà dall’interno del veicolo ed effettuerà le manovre richieste. Nella fase successiva, in cui è prevista la presenza a bordo di candidato, istruttore ed esaminatore, è obbligatorio l’utilizzo di mascherina filtranti (scopri come indossarla nel modo giusto), visiera o occhiali protettivi e guanti monouso per ogni attore presente, oltre all’igienizzazione delle mani prima di entrare nell’auto. La prova su strada non potrà superare i 15 minuti e, dopo ogni utilizzo, il veicolo dovrà essere arieggiato per almeno 5 minuti e in seguito disinfettato.

Approfondisci: Sanificazione auto: il punto dell’Istituto Superiore di Sanità

Agli esami della patente di categoria C, in caso di mezzo a doppia fila di posti o di tipo “allungata” saranno applicate le stesse norme previste per la categoria B. In caso di mezzo di tipo “corta”, invece, l’esaminatore seguirà a con un’altra auto e darà le indicazioni all’istruttore accompagnatore (a bordo insieme al candidato) attraverso un sistema Walkie Talkie su frequenza civile.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia