Nuovi servizi e nuovi clienti: gli obiettivi di Program nel 2013

Dopo un 2012 positivo, malgrado la crisi che ha investito il settore automotive, Patrizia Bacci, amministratore unico di Program,  fa il punto sull’anno appena iniziato. “Ci aspettiamo per il 2013 un contesto difficile almeno quanto quello dell’anno scorso, perché non vediamo in prospettiva alcuna risoluzione delle cause che hanno scatenato la crisi. Anzi, specifiche iniziative legislative riguardanti il noleggio e il blocco sostanziale della Pubblica Amministrazione potrebbero contrarre ulteriormente il mercato. Tuttavia è vero che nel corso dell’ultimo anno si sono chiuse situazioni di clienti già ‘claudicanti’, e questo significa che chi arriva al 2013 può probabilmente contare su una solidità maggiore. Da parte nostra, proseguiremo nelle attività di controllo dei costi interni al fine di mantenere lo stesso servizio ma con risorse ottimizzate, e saremo ancora più attenti alla situazione finanziaria dei clienti, così come alla corretta valutazione dei valori residui. Ci aspettiamo anche una concorrenza più agguerrita, ma crediamo che una politica basata soltanto sul ‘minor prezzo’ sia contraria a ogni nostro obiettivo, e dunque non la perseguiremo”.

PROTAGONISTI – Il 2013, per Program, sarà caratterizzato anche dalla ricerca di nuovi clienti. “Siglare nuovi contratti, conoscere nuove realtà imprenditoriali – spiega Patrizia Bacci – è necessario per crescere; per questo stiamo investendo molto sull’organizzazione commerciale, a livello sia di risorse umane che squisitamente tecnico. Pensiamo che essere presenti sul territorio con un’organizzazione autorevole moltiplichi le opportunità di business; Program, però, non persegue una politica di ‘crescita a tutti i costi’, che rischia di rivelarsi controproducente. Siamo interessati a lavorare soltanto con clienti che abbiano una comprovata solidità e siano attivi anche sul mercato internazionale”.

VICINI NELLE EMERGENZE – Clienti che nel prossimo futuro potranno beneficiare di ulteriori servizi legati al noleggio a lungo termine, pensati soprattutto per far fronte a situazioni d’emergenza: si va da applicazioni smart che, in caso di necessità, indicano l’officina o il gommista più vicino insieme al percorso per raggiungerli, a soluzioni in grado di chiamare autonomamente il soccorso stradale indicando all’operatore la posizione del veicolo, fino a servizi che forniscono informazioni utili sugli stili di guida o rilevano posizioni e dati nel caso di sinistri.

(Il servizio completo è disponibile sul numero di febbraio di Fleet Magazine)

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia