Nuovo Nissan Qashqai: il progenitore dei crossover è ora ibrido (ma va come un’elettrica)

Oltre a rinnovarsi completamente nell'estetica, più filante ma sempre molto elegante, il nuovo Nissan Qashqai si fa portatore, in Europa, del sistema e-POWER: una tipologia di ibrido propria di Nissan, che fa funzionare la vettura come se fosse elettrica. Motori più efficienti, uniti a interni più spaziosi e di maggiore qualità, sono le caratteristiche principali della nuova generazione.

La terza generazione di Qashqai è tutta nuova: inedita piattaforma (la CMF-C del gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi), nuovi motori, interni di qualità superiore.

E sguardo al futuro: forte di vendite sempre al top della categoria, il nuovo Nissan Qashqai vuole mantenersi appetibile e moderno: la terza edizione debutta con motorizzazione Mild Hybrid da 140 o 158 CV, a cui seguirà l’inedita e-POWER, con motore da 157 CV abbinato a un motore elettrico da 140 kW, ovvero delle stesse dimensioni di quelli montati sulle elettriche del marchio.

Una caratteristica che rende il Qashqai ancora una volta unico e in anticipo sui tempi: il motore ibrido e-Power, infatti, non ha bisogno di essere ricaricato alle colonnine, grazie al generatore interno, e sfrutta lo stesso sistema e-PEDAL visto sulla nuova Leaf, che permette di usare l’automobile con un solo pedale.

Leggi Anche: Nissan prossimo interlocutore per l’auto elettrica Apple?

NUOVO NISSAN QASHQAI 2021: MOTORI SEMPRE PIÙ EFFICIENTI

Non è facile mantenere il successo, perché i tempi cambiano ed è necessario trovare sempre gli ingredienti giusti. Per questo il nuovo Nissan Qashqai non punta tanto sul form factor, che lui stesso ha decretato nel 2007, al lancio della sua prima generazione che ha venduto più di 3 milioni di unità, ma su ciò che possa differenziarlo dalla massa.

A partire dal motore Mild Hybrid: Nissan ha dichiarato che ha l’obiettivo, in Europa, di raggiungere il 50% dei volumi di vendita con auto elettrificate entro il 2023. 

Per conseguire un’obiettivo così importante, è necessario trovare qualcosa che si differenzi dalla massa. Per questo la propulsione Mild Hybrid del nuovo Qashqai, evoluzione di quello montato sul modello del 2018, ha funzionalità che non ci si aspetta da un’elettrificazione di questo tipo.

Il motore benzina 1.3 DiG-T da 140 o 158 CV è infatti abbinato a un generatore elettrico da 12 V, che certo aumenta la coppia e la potenza, ma più di altri diminuisce i consumi. Ha la particolarità, infatti, di sfruttare la frenata rigenerativa, immagazzinando l’energia per poi ottimizzare l’erogazione della coppia.

Nelle versioni con cambio automatico Xtronic, inoltre, il piccolo ma potente generatore spegne il motore termico già a velocità inferiori a 18 km/h, migliorando ulteriormente l’efficienza della vettura.

Si vede qui, quindi, la differenza garantita dalle nuove 50 componenti progettate ex novo, e sempre per rimanere conforme allo standard Euro 6D. Il Mild Hybrid è presente sia sui modelli con trazione anteriore (sia 140 che 158 CV), sia nella Qashqai a trazione integrale, anche se solo con motore da 158 CV e solo con cambio automatico Xtronic.

Il nuovo sistema di controllo delle 4 ruote motrici permette 5 modalità di guida:

  • Standard;
  • ECO;
  • Sport;
  • Snow;
  • Off-Road:

Leggi Anche: Gamma Nissan 2021, il debutto di Ariya in attesa di nuova Qashqai

E-POWER

Il nuovo Nissan Qashqai è però anche il primo modello di Nissan a portare in Europa la propulsione e-POWER: si tratta di una tecnologia di cui Nissan è unica proprietaria, e che rientra nella più grande divisione Nissan Intelligent Mobility.

Come si accennava sopra, al motore benzina da 157 CV è qui abbinato un motore elettrico da 140 kW, alimentato da una batteria molto intelligente. 

Grazie a questo sistema, le ruote anteriori sono mosse esclusivamente dal motore elettrico, che viene ricaricato da un generatore di bordo, mentre il motore termico sostiene quello elettrico.

Ne consegue una grande diminuzione dei consumi, inversamente proporzionale a un aumento delle prestazioni. Un’ibrida che funziona come un’elettrica: non solo per la grande coppia e spinta, ma anche per il sistema e-PEDAL, che permette di controllare l’auto con un solo pedale.

Leggi Anche: Incentivi Nissan 2021: a gennaio supersconti per Micra, Qashqai e Leaf

NUOVO NISSAN QASHQAI 2021: DESIGN CHE EVOLVE E NON STRAVOLGE

Il nuovo Nissan Qashqai 2021 è certamente diverso rispetto al passato, ma mantiene tutti i suoi elementi base: un design elegante e delle proporzioni azzeccate, che hanno decretato il successo della versione attuale. L’auto è lunga uguale, ma ha un passo più lungo di 20 mm, mentre crescono anche l’altezza (25 mm) e la larghezza (32 mm).

La progettazione è ancora frutto del team Nissan Design Europe, mentre il team di Nissan Technical Centre Europe (Cranfield, Bedfordshire) si è occupato di ingegnerizzare la vettura.

Esternamente i cambiamenti riguardano soprattutto l’anteriore: la griglia, sempre una sorta di “V” squadrata, è più grande e circondata da una cromatura più evidente.

I fari, invece, sono stati completamente rinnovati e hanno un’architettura particolare: la parte superiore, inarcata, include i LED diurni; la parte superiore, orizzontale e più spessa, include anabbaglianti e abbaglianti.

Più arrotondato e dinamico, il nuovo frontale è ulteriormente arricchito da due grandi prese d’aria, poste alle estremità laterali.

Di profilo spiccano i nuovi cerchi da 20”, con design classico ma dinamico grazie alle 5 razze inarcate, e con colori a contrasto argento-nero, mentre il posteriore mantiene più fedeltà con il passato. L’aspetto è più bombato, ma il disegno del gruppo ottico è solo leggermente modificato, più sottile con una nuova texture LED. Al centro, sotto il logo Nissan, campeggia la nuova scritta Qashqai, molto elegante.

Leggi Anche: Il Suv di Tokyo diventa green, svelata la nuova Honda HR-V ibrida [FOTO]

INTERNI E TECNOLOGIA

Un grande lavoro è stato fatto per migliorare gli interni, che ora sono più spaziosi grazie ai piccoli aumenti di dimensioni visti sopra. L’abitacolo è reso luminoso dalla nuova illuminazione bianca, che si diffonde su tutto l’ambiente, mentre si notano molto i miglioramenti alla qualità percepita.

La plancia è completamente rinnovata: spicca, al centro, il display touch da 9”, ma digitale è anche il cockpit (12,3”) che, con la sua texture, va a richiamare il tipico “Kariko”, il vetro tagliato giapponese, che serve anche a evidenziare le origini nipponiche del nuovo Nissan Qashqai. Sopra il cruscotto, il nuovo Head Up Display da 10,8”, il più grande della categoria, che proietta indicazioni, traffico e sistemi ADAS.

Apprezzabile la presenza di tasti fisici, sia sul volante, sia per quanto riguarda il controllo del clima. In generale, la qualità sembra molto buona già visivamente, con la pelle onnipresente a ricoprire tutti gli elementi. Pelle che, come hanno tenuto a precisare in Nissan, è ecologica e richiede un minuzioso lavoro di 25 giorni per essere prodotta.

La tecnologia è di ultima generazione, specie per quanto riguarda l’integrazione con gli smartphone. È possibile scaricare l’app NissanConnect Services, per una gestione da remoto del veicolo; e collegare fino a 7 dispositivi, grazie a In-Car WiFi. La compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay è naturalmente presente, anche wireless per quanto riguarda iOS.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia