20 Ottobre 2017

Il nuovo SsangYong Rexton 2017: rivoluzione e tradizione

Il nuovo SsangYong Rexton 2017 gioca con le parole (“che cos’è una rosa?”), ma non con gli elementi che nel tempo hanno contribuito a costruirne il successo: 18mila esemplari immatricolati complessivamente dall’arrivo in Italia nel 2003, dei quali 13mila tuttora circolanti, con percorrenze chilometriche elevate (si parla in alcuni casi di oltre 400mila chilometri).

Giunto a raccogliere il testimone della terza generazione del Suv prestazione coreano – la cui rilevanza per il Brand del Gruppo Koelliker fa sì che lo si consideri un marchio a parte -, l’inedito Sport Utility Vehicle, che sarà lanciato ufficialmente il fine settimana del 28-29 ottobre p.v., non rappresenta una semplice “evoluzione”, bensì un’autentica “rivoluzione”.

Il nuovo SsangYong Rexton 2017

Una iniezione di cinque elementi (robustezza, affidabilità, sicurezza, comfort e capacità off-road) sotto la “pelle” di un modello che, come detto, è già protagonista di una storia importante.

Di qui, la scelta di presentare alla stampa il quarto “capitolo” del Suv firmato SsangYong negli spazi del MUDEC (Museo Delle Culture) di Milano, la casa delle storie con la “s” maiuscola, delle cui iniziative il Gruppo Koelliker – tramite 24 ORE Cultura, società del Gruppo 24 Ore – è appena divenuto partner per tre anni.

La nuova release del Rexton, presentata in anteprima mondiale al Salone di Seul nel marzo 2017, segue ai lanci del 2001, 2006 e 2012.

Leggi anche: SsangYong Rexton al Salone di Francoforte 2017

LA CARTA D’IDENTITÀ DI NUOVO SSANGYONG REXTON 2017

Ora però diamo un’occhiata più da vicino allo Sport Utility Vehicle prestazione coreano, che agli albori del nuovo millennio ha fatto conoscere sul nostro mercato nazionale una marca sino a quel momento assente dal panorama commerciale.

Già allora, però, SsangYong Rexton è stato molto di più, rappresentando un modello pioniere, trasversale, in un momento in cui i Suv non godevano del peso che sono riusciti a ritagliarsi oggi.

Lungo 4,85 metri, largo 1,96 metri e alto – comprendendo il portapacchi – 1,82 metri, è spinto da un motore turbodiesel 2.2 litri con potenza di 181 Cv. Quanto ai consumi, si va da da un minimo di 7,6 a un massimo di 8.3 litri per 100 km. Le emissioni di CO2 rilevate sono comprese tra 199 e 218 g/km.
L'interno del nuovo Ssangyong Rexton 2017

Può essere dotato, a richiesta, di trazione 4WD inseribile, da accoppiarsi anche con il moderno cambio automatico a sette rapporti sviluppato da Mercedes-Benz, che consente al mezzo di muoversi efficacemente su fondi sconnessi sfruttando le riduzioni di marcia. In proposito occorre infatti ricordare che la Casa di Stoccarda è stata per lunghi anni partner tecnologico di SsangYong.

UN MODELLO “CHE NON HA BISOGNO DI PRESENTAZIONI”

“Il successo di cui gode Rexton può rappresentare una sorpresa per chi non conosce la qualità e la determinazione del costruttore coreano – ha sottolineato, in sede di incontro con la stampa, Luca Ronconi, a.d. Gruppo Koelliker -. Oggi questo modello conserva tutti i valori di un tempo, ma la sua personalità forte, moderna, non ha bisogno di presentazioni”.

Il “numero uno” dell’azienda ha quindi soggiunto: “Il nuovo Rexton costituisce una sorta di ritorno al futuro, utile a darci lo slancio per proiettare veramente in alto il marchio SsangYong. Mi piace pensare che questo lancio rappresenti la chiusura di un ciclo dal quale ripartite con convinzione e motivazione, che sono poi i due tratti distintivi del Brand coreano”.

L'abitacolo del nuovo Ssangyong Rexton 2017

L’ultima release presentata agli addetti ai lavori coniuga superfici scolpite a soluzioni estetiche gradevoli, nonché funzionali. Finiture cromatiche particolari, ricorso a materiali di alta qualità – come gli acciai alto resistenti a deformabilità modulare usati per il telaio tradizionale, dettagli ricercati sono alcuni dei contenuti della rivoluzione avviata dal modello.

Disponibile nelle versioni cinque-sette passeggeri, il nuovo SangYong Rexton 2017 ha compiuto un passo in avanti sia sul piano dell’infotainment – si veda, ad esempio, il navigatore con display da 9,2″ – e sia su quello della sicurezza, con telecamere “all-round” a supporto dei sistemi di parcheggio, dispositivi per l’assistenza alla guida e la sicurezza attiva (cfr. l’Advanced Emergency Braking System)/passiva (con ben 9 airbag a bordo).

IL SUV CHE HA GIÀ TUTTO PER LE FLOTTE AZIENDALI

Nello specifico dell’offerta pensata per il mercato italiano è entrato Mario Verna, dal primo ottobre scorso d.g. di SsangYong Italia, che ha anche parlato di un test affrontato dal Suv coreano per presentarsi: 13mila chilometri attraverso 10 paesi, facendo alternare al volante vari rappresentanti della stampa internazionale.

Nel nostro Paese Rexton sarà proposto con due soluzioni di trazione (2WD e il già citato 4WD inseribile, anche combinato con cambio manuale).

Tre gli allestimenti: Road, Dream e Icon. Il primo, che nelle intenzioni della Casa costruttrice è ben lungi dal classico entry-level, rappresenta già un’opzione valida per il mondo delle flotte aziendali, giacché si presenta completo delle principali soluzioni richieste da questa fascia di clientela. Sarebbe (il condizionale è d’obbligo in attesa di una voce ufficiale in merito) però già allo studio una specifica configurazione Business.

I prezzi di listino annunciati sono compresi entro la forbice 35.400 euro-46.900 euro. Lo Sport Utility Vehicle sarà commercializzato con 5 anni di garanzia o 150mila chilometri.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia