20 Ottobre 2020

La manager Ödgärd Andersson a capo della guida autonoma di Volvo

Ödgärd Andersson è stata nominata CEO di Zenseact, la società di software per la guida autonoma di Volvo. In programma un'accelerazione dello sviluppo, con un software che fra pochi anni permetterà l'introduzione delle prime auto in grado di guidarsi da sole in totale sicurezza.

Volvo Cars ha nominato Ödgärd Andersson CEO di Zenseact, la sua società di software per la guida autonoma.

Zenseact è interamente controllata da Volvo Cars, in seguito alla scissione della joint venture di Volvo Cars con Veoneer. La società ha circa 600 dipendenti e uffici a Göteborg, in Svezia, e a Shanghai, in Cina. Il suo compito è lo sviluppo di software per la guida autonoma e la sicurezza attiva.

Leggi anche: Volvo con il Lidar Luminar verso gli Adas di Livello 3

CHI È ÖDGÄRD ANDERSSON

Attualmente Chief Digital Officer di Volvo Cars, Ödgärd Andersson assumerà il nuovo ruolo dal primo novembre. Prima ancora è stata responsabile dello sviluppo di software, incluso quello per la guida autonoma, presso Volvo Cars. La sua esperienza la rende la candidata perfetta per guidare la prossima fase di sviluppo di Zenseact.

Vanta inoltre un’esperienza ventennale nel campo delle telecomunicazioni, in Svezia e nella Silicon Valley. Ha una formazione scientifica ed è membro della Royal Swedish Academy of Engineering Sciences (IVA). 

Le altre nomine

Oltre alla nomina di Ödgärd Andersson, Volvo Cars ha anche cambiato la composizione del consiglio di amministrazione di Zenseact, nominando come nuovo presidente del consiglio di amministrazione Håkan Samuelsson, CEO di Volvo Cars. Entrambe le nomine sottolineano l’importanza che Volvo Cars attribuisce allo sviluppo della tecnologia per la guida autonoma.

“Volvo Cars ritiene che la guida autonoma rivoluzionerà la sicurezza stradale e ci impegniamo a introdurre questa tecnologia nelle nostre auto di nuova generazione”, ha dichiarato Håkan Samuelsson.

In considerazione del nuovo ruolo assegnato a Ödgärd Andersson, Henrik Green interverrà in qualità di Chief Digital Officer ad interim, oltre a mantenere il suo incarico di Chief Technology Officer e responsabile dell’area operativa Product Creation, fino a quando non verrà scelto il successore di Ödgärd Andersson.

Leggi anche: Verso la guida autonoma: abbiamo provato il Pilot Assist Volvo

LE PROSSIME SFIDE

La prima realizzazione di Zenseact riguarderà la tecnologia per l’architettura modulare scalabile di nuova generazione di Volvo Cars, SPA 2, compreso l’Highway Pilot, una funzione di guida autonoma non supervisionata per le autostrade.

“La guida autonoma è la sfida ingegneristica del secolo e la stiamo affrontando in modo molto diretto. Entrare a far parte di Zenseact in questo momento è entusiasmante, poiché abbiamo in programma un’accelerazione dello sviluppo e ci prepariamo a fornire un software che fra pochi anni permetterà l’introduzione delle prime auto in grado di guidarsi da sole in totale sicurezza“, ha dichiarato Ödgärd Andersson.

Ödgärd Andersson sostituisce Dennis Nobelius, che ha assunto un nuovo incarico come Chief Operating Officer presso Polestar.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia