Offerta V2G: Nissan e-NV200 parla danese con Enel e Nuvve

Il Nord Europa conferma il suo ruolo di primo piano nel campo della mobilità zero emissioni. In Danimarca è stato infatti installato, e già è all’opera, il primo hub (traducibile come “polo tecnologico”) al mondo V2G, cioè “Vehicle-to-Grid”, interamente commerciale, giacché sia la parte hardware sia quella software possono essere acquistati senza alcun problema.

Il progetto discende dalla collaborazione avviata tra tre autentici colossi nei rispettivi campi di pertinenza: Nissan, per quanto attiene al versante prodotto (veicoli elettrici); Enel, in qualità di multinazionale energetica e punto di riferimento quando si parla di gestione intelligente della rete e della risorsa che trasporta (“smart grid”); e Nuvve, società statunitense (ha sede in California) tra le principali che si occupano di fornire servizi V2G.

NISSAN e-NV200, IL CAMPIONE DELLA CITY DELIVERY

La prima a permettere l’accesso alla propria sede per l’installazione, in questa fase iniziale, di dieci unità V2G e a integrarle nella propria offerta commerciale è stata la danese Frederiksberg Forsyning, attiva nel ramo energia.

Nell’occasione la società di Copenaghen ha inserito in flotta 10 van totalmente zero emissioni firmato dal costruttore giapponese. Parliamo dell’e-NV200, fresco di vittoria nella categoria “Veicolo Elettrico per la Consegna Urbana”. Il riconoscimento, che sarà consegnato a fine settembre al Salone di Hannover, è uno dei tanti assegnati nel contesto del premio “Veicolo Commerciale Tedesco 2016”, organizzato dalle riviste Handwerk-Magazin e Deutschen Handwerks Zeitung.

Gli hub firmati da Enel e dotati della tecnologia studiata da Nuvve, che regola il flusso da e verso gli EV, consentiranno di utilizzare i mezzi come collettori o distributori di energia da immettere sulla rete elettrica nazionale Energinet, a seconda che il veicolo da utilizzarsi necessiti di una ricarica, o giaccia invece nel parcheggio.

In virtù della sua scelta, la società Frederiksberg Forsyning è pronta a trasformarsi nell’ago della bilancia per quanto attiene al sistema di gestione dell’energia nel Paese, fornendo il proprio supporto nel tentativo di arrivare a una domanda quanto più stabile possibile. Un primo passo verso un possibile adeguamento complessivo.

SOLO UNA PRIMA TAPPA PER IL VAN ELETTRICO DI NISSAN

La strada è solo tracciata, come si evince dalle dichiarazioni dei diretti interessati. “Con Nissan ed Enel intendiamo avviare nuovi progetti V2G in Danimarca e altri paesi nel prossimo futuro – ha dichiarato Gregory Poilasne, presidente e a.d. Nuvve –, usando veicoli commerciali e standard e batterie collegate a GIVe™, la nostra piattaforma di aggregazione intelligente”.

Nel lodare la lungimiranza dimostrata da Frederiksberg Forsyning, Gareth Dunsmore, direttore dei Veicoli Elettrici in Nissan Europe, ha sottolineato: “[…] apre la strada al lancio su ampia scala in tutta Europa. Affrontare le sfide ambientali che attendono le società di tutto il mondo richiede pensiero intelligente e un nuovo approccio ai modelli tradizionali di gestione e distribuzione dell’energia. L’innovativa iniziativa annunciata oggi in Danimarca segna un progresso importante per quanto attiene alla loro conduzione”.

Per Ernesto Ciorra, responsabile Innovazione e Sostenibilità in Enel, “pochi anni fa la sola idea” di uno sfruttamento commerciale del V2G “sarebbe apparsa irrealistica. Enel è orgogliosa di guidare il settore dell’energia sia nello sviluppo dell’offerta V2G sia nella sua introduzione nei mercati globali, a cominciare dalla Danimarca. Con il V2G siamo in grado di migliorare la stabilità della rete, promuovendo ulteriormente l’integrazione delle energie rinnovabili nel mix di generazione, un obiettivo chiave della nostra strategia energetica nel mondo. Il V2G è una delle aree di innovazione sostenibile che ci porta verso una società a basse emissioni, a beneficio delle generazioni presenti e future”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia