Opel Grandland X Hybrid4, suv plug-in dai quattro volti

Nel percorso di elettrificazione di Opel, il suv compatto introduce la motorizzazione ibrida plug-in. Autonomia estesa in elettrico, opzione di guida quattro ruote motrici e Sport per sfruttare il sistema da 300 cavalli

Ha i numeri del suv sportivo, panni che indossa all’occorrenza, Opel Grandland X Hybrid4. Li ottiene abbinando due motori elettrici al turbo benzina 1.6 litri, così è un attimo ritrovarsi con una potenza di sistema pari a 300 cavalli.

Modo Sport, uno dei quattro volti del Grandland X ibrido plug-in, e si apprezzerà tutta la spinta del powertrain.

OPEL GRANDLAND X HYBRID4, ELETTRICO PER 50 KM

Opel Grandland X Hybrid4

Ha, anche, i numeri del suv pulito, super-efficiente e con un’autonomia in elettrico adeguata al livello tecnico attualmente disponibile sulla grande serie. Con un “pieno” di energia percorre fino a 50 km, stime nel ciclo WLTP, operazione di ricarica che si riduce fino a un’ora e 50 minuti collegando il suv al Wallbox opzionale da 7,4 kW o da postazioni di ricarica pubbliche.

Di serie è offerto il cavo per la ricarica dalla presa domestica a 230v, come il caricatore di bordo da 3,3 kW. A richiesta, il caricatore da 6,6 kW.

Un sistema elettrico a 300 volt, quello della batteria agli ioni di litio da 13,2 kWh che alimenta Opel Grandland X Hybrid4, soluzione che ha permesso ai tecnici del Gruppo PSA di installare un compressore del climatizzatore elettrico e un sistema di riscaldamento anch’esso autonomo.

Leggi anche: 7 giorni con Grandland X diesel 177 cv, la prova

Dove sono posizionate le batterie? Intorno all’asse posteriore, sotto i sedili posteriori nello specifico. Un’area nella quale è installato anche il motore elettrico da 109 cavalli, in blocco con il differenziale, per un’opzione di trazione quattro ruote motrici che è il secondo volto del Grandland X ibrido plug-in.

Batteria di Opel Grandland X Hybrid4

CONSUMI DI GRANDLAND X HYBRID4

La modalità di guida predefinita è l’ibrida, con l’elettronica a gestire autonomamente il motore termico da 200 cavalli e i due motori elettrici, scenario nel quale il suv dichiara consumi nell’ordine dei 2,2 litri/100 km ed emissioni di Co2 pari a 49 g/km.

In modalità EV è la spinta delle due unità, ciascuna da 109 cavalli, a muovere il Grandland X Hybrid4. Se il motore posteriore è in blocco con il differenziale, quello anteriore, elettrico, è affiancato al cambio automatico 8 marce.

IL POTERE DELLA FRENATA RIGENERATIVA

Ricaricabile alla spina, il suv compatto elettrificato di Opel – che dà il via a un percorso di elettrificazione che passerà a breve dalla nuova Corsa e procederà fino al 2024, anno in cui tutta la gamma avrà un’opzione elettrica o ibrida – recupera energia in frenata. 

Il sistema consente di ottenere fino al 10% di autonomia dal pacco batterie, recupero attuato dai motogeneratore elettrici.

Leggi anche: Quanto costa noleggiare Opel Grandland X?

Tipico delle auto elettriche e ibride, anche su Grandland X Hybrid4 si può guidare facendo ricorso al solo pedale dell’acceleratore: l’effetto frenante del motore elettrico, per il trascinamento operato dallo stesso, è tale da arrivare a fermare l’auto, grazie alla gestione elettronica del sistema di frenata rigenerativa e frenata meccanica.

L’uscita sul mercato di Opel Grandland X Hybrid4 è prevista a inizio 2020, con le prime consegne ai clienti. Le vendite in Italia inizieranno già dalle prossime settimane.

SERVIZI FREE2MOVE E NAVIGAZIONE CONNESSA IN CHIAVE IBRIDA

Interni di Opel Grandland X Hybrid

Ha tratti chiari, la tecnica ibrida plug-in del suv compatto Opel. Tecnica completata da servizi dedicati, le soluzioni Free2Move Services prevedono, con l’attivazione di una tessera, la possibilità di ricaricare l’auto dalle 85 mila postazioni sparse sul territorio europeo.

Inoltre, l’ottimizzazione del viaggio passa dal pianificatore dell’itinerario, con i suggerimenti sul percorso migliore in funzione dell’autonomia in elettrico residua e l’individuazione dei punti di ricarica presenti lungo il tragitto.

L’infotainment offre la navigazione connessa, i servizi in tempo reale, ad esempio sul traffico, la possibilità di consultare via app, da remoto, le informazioni sullo stato dell’auto.

Offre, anche, il collegamento diretto al soccorso stradale e la chiamata d’emergenza. Servizi parte dell’Opel Connect. Quanto alla chiamata d’emergenza, si attiva in automatico nel momento in cui i sensori rilevano l’esplosione degli airbag o un tensionamento delle cinture tipico degli scenari di incidente.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia