7 giorni con Opel Grandland X: il Test Drive della 2.0 diesel automatica da 177 CV (2)

Abbiamo provato la Opel Grandland X nel nostro consueto Test Drive lungo una settimana. Motore 2.0 turbodiesel da 177 CV e cambio automatico a 8 marce. Ecco il diario dei nostri 7 giorni con il C-Suv tedesco!

LEGGEREZZA DI GUIDA

Martedì

La guida della nuova Opel Grandland X mi sembra interamente impostata su questa parola chiave: leggerezza. Nonostante una massa di 1.500 kg a vuoto. Un primo indicatore è il feeling del pedale del freno: al primo assaggio, la macchina inchioda. Un secondo è lo sforzo minimo che si fa per sterzare le ruote, un terzo è la facilità con cui si muove la leva del cambio automatico nelle sue posizioni (tra l’altro manca il blocco di sicurezza tra N e D, perciò in fase di parcheggio non occorre nemmeno premere il freno per passare dalla D alla R e viceversa). 

Opel Grandland X dettagli

L’unica parentela con la Peugeot 3008 è la condivisione del pianale, ed è come se i progettisti avessero cercato di distinguere i due modelli affrontando uno a uno tutti i punti di contatto tra auto e driver, per differenziarli. 

Opel Grandland X motore

Per esempio il volante: presa sottile per la Opel, più massiccia e sagomata per la Peugeot. Plancia e quadro strumenti: la francese è audace, la tedesca è più sobria e tradizionale. Guardando gli interni della Opel Grandland X, tutto è esattamente dove te lo aspetti, senza stravaganze. Come a dire: se la noleggi all’aeroporto, dopo cinque minuti ti sembra di conoscerla da sempre.

Leggi anche: 8 nuove Opel in arrivo entro il 2020

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia