13 Settembre 2012

Peugeot: il fascino del 4×4

La strategia è ormai consolidata: da una parte lavorare ogni giorno al fianco delle aziende, dall’altra lanciare costantemente novità di prodotto – gli ultimi esempi sono i nuovi Partner ed Expert) in grado di conquistare i Fleet Manager a livello di immagine e, allo stesso tempo, di prestarsi alle più svariate tipologie di mobilità. Due aspetti che, insieme, rappresentano il cuore dell’offerta di Peugeot alle flotte. Una dimostrazione in tal senso arriva dal settore dei veicoli commerciali, nel quale la Casa francese registra dal 2010 una crescita praticamente ininterrotta. E dove, anche quest’anno, il Leone si sta confermando il brand straniero leader di mercato, con una gamma tanto giovane quanto ricca in termini di modelli e motorizzazioni.

UNA CRESCITA IMPORTANTE – “La recente riorganizzazione interna – spiega a questo proposito Vincenzo Della Corte, responsabile veicoli commerciali del Gruppo PSA – ci ha consentito di presentarci sul mercato in maniera più efficace. Per questo, nonostante la forte contrazione vissuta dal comparto dei veicoli commerciali, nel primo semestre del 2012 il marchio Peugeot ha ottenuto performance importanti, con una quota dell’8,15% e l’obiettivo di incrementarla ulteriormente nel corso dell’anno. Numeri che lo confermano come il primo brand straniero e il secondo in assoluto, dietro al costruttore nazionale. Merito, in primis, di una gamma che ci consente di coprire tutti i segmenti, da van ai mezzi commerciali veri e propri”.

Vincenzo Della Corte
Vincenzo Della Corte

TRASFORMAZIONI AD HOC – Non è un caso, quindi, se a inizio anno il Leone ha presentato le nuove versioni di Partner ed Expert, aggiornati attraverso un corposo restyling che li ha resi ancora più moderni, accattivanti e rispettosi nei confronti dell’ambiente. L’obiettivo di conquistare la clientela Fleet, però, si traduce anche e soprattutto nella volontà sempre più forte di puntare sui cosiddetti veicoli trasformati: ecco perché, a fine giugno, Peugeot ha inserito nel suo listino un’inedita gamma di mezzi 4×4, che comprende Boxer, Partner ed Expert e che è stata elaborata in collaborazione con l’allestitore Dangel. “I trasformati – sottolinea Della Corte – per noi sono fondamentali per sviluppare volumi importanti nel comparto dei veicoli commerciali. Le aziende, infatti, spesso non cercano solamente un modello, ma desiderano trovare già in  listino un allestimento e un prodotto completo. Per questo, da qualche anno Peugeot ha avviato una proficua collaborazione con alcuni degli allestitori più affermati a livello nazionale e internazionale, dando vita a trasformazioni molto richieste: dalle officine mobili alle coibentazioni, fino ad arrivare alle ambulanze”.

(AT)TRAZIONE INTEGRALE – In questo contesto, si inserisce la nuova gamma di veicoli 4×4. “La partnership con Dangel è nata diversi anni fa – prosegue il responsabile veicoli commerciali del Gruppo PSA -, proprio perché sul mercato c’era richiesta di modelli dotati di trazione integrale, un allestimento che abbiamo adottato in primis sul Boxer. Ora, con la nuova gamma, saremo in grado di soddisfare la domanda di diversi Enti pubblici, soprattutto quelli che lavorano nel comparto socio-sanitario, ma anche quella delle grandi aziende che operano su territori particolarmente impervi”. La trazione integrale, è ovvio, consente ai veicoli di essere ancora più versatili e di adattarsi a qualunque tipologia di fondo stradale: un vantaggio non da poco per i Fleet Manager, che tra l’altro potranno contare su un’ampia varietà di scelta, dato che la trasformazione 4×4 è stata presentata sui tre mezzi più diffusi del Leone (Boxer, Expert e Partner), con due livelli di allestimento diversi (Endurance ed Extreme).

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia