21 Ottobre 2019

Pirelli e le flotte aziendali: focus sulla digitalizzazione

Network, digitalizzazione, prodotto: sono i principali valori aggiunti della proposizione di Pirelli per le flotte aziendali. Una partnership ormai consolidata, che si prepara ad affrontare le nuove sfide imposte dai cambiamenti della mobilità.

Le parole d’ordine di Pirelli? Digitalizzazione, capillarità sul territorio e ampia offerta di prodotto per semplificare la gestione e interpretare i cambiamenti della mobilità. La strategia è ormai consolidata.

Pirelli pneumatico invernale

Il marchio della P lunga crede fortemente nel business delle flotte aziendali e nell’importanza del servizio a supporto delle aziende, tanto da disporre di un pool specializzato sulle Leasing Companies e un contact center dedicato, pronto a rispondere telefonicamente ogni giorno alle esigenze dei dealer e delle flotte stesse. Obiettivi dichiarati: risolvere, consigliare ed accompagnare.

PIRELLI: LA FORZA DEL NETWORK

In questo contesto, il network Pirelli permette un presidio capillare del territorio. Il dealer è il vero punto di contatto con l’utente finale, grazie al suo ruolo di portavoce in termini di offerta, supporto alla scelta del corretto pneumatico e sicurezza. Allo stesso tempo anche la qualità e la tempestività del servizio, due fattori fondamentali per le flotte, passano attraverso la relazione con il dealer.

È per questo motivo che Pirelli pone attenzione a tessere relazioni virtuose e quotidiane con la propria rete, rendendola sempre partecipe della strategia aziendale e fornendo strumenti, materiali e sessioni di training dedicato per garantire un livello omogeneo di customer experience. Nel mondo flotte, in particolare, la forza vendita di Pirelli è vicina ai suoi dealer per offrire una formazione aggiuntiva agli strumenti indispensabili per diventare protagonisti di questo business con professionalità ed efficienza.

DIGITALIZZAZIONE

Quando si parla di strumenti, la digitalizzazione diventa una direttrice fondamentale per Pirelli. La testimonianza arriva da B2Fleet+, lanciato lo scorso anno, l’ultima versione del tool dedicato alle flotte e alla rete: agile, veloce e immediato, è pensato per accompagnare le gestione dell’attività quotidiana.

Pirelli lancia il nuovo portale B2Fleet+

Una soluzione che consente alle aziende di usufruire di funzioni “customizzate”, come ad esempio la possibilità, tramite la nuova funzionalità “Trasferimenti”, di movimentare stock da un centro ad un altro. Oppure ancora, quella di ricostruire, tramite la targa, lo storico di tutti gli interventi di una singola vettura. Inutile dire che in un business dove la qualità dell’offerta è legata alla tempestività dell’intervento, la digitalizzazione diventa fondamentale per creare flussi rapidi, chiari e di semplice gestione, sia per il network Pirelli che per le flotte. 

IL VALORE DEL PRODOTTO

Network e digitalizzazione, però, non bastano se non vengono supportati dal prodotto. Proprio in questi giorni, infatti, la stagionalità comincerà a imporre il cambio degli pneumatici e la consueta adozione delle gomme invernali.

In tal senso Pirelli è in grado di proporre un’ampia offerta ai Fleet Manager: al Cinturato Winter e al Sottozero Serie 3 si aggiunge oggi il nuovissimo PZero Winter, pensato per i veicoli di fascia alta. Completa l’offerta lo Scorpion Winter, prodotto specifico per Suv e Cuv, e il Carrier Winter, dedicato al trasporto leggero.

Leggi anche: le 6 cose da sapere sugli pneumatici invernali

Scegliere il pneumatico adatto alla stagione è fondamentale per diversi motivi, specie per chi, come i driver delle flotte, percorre parecchia strada: gli invernali, infatti, su asfalto umido o innevato, ma anche quando la temperatura esterna si abbassa, garantiscono maggior sicurezza rispetto agli estivi, perchè, con le loro mescole specifiche e il disegno dei battistrada, hanno maggiore aderenza. Inoltre, quando si scende sotto 7 gradi, le gomme winter consentono migliori performance in tutte le condizioni stradali, e riducono l’effetto aquaplaning. Infine, sempre rispetto alle estive, contribuiscono a ridurre gli spazi di frenata del 20% su ogni fondo stradale.

LE CARATTERISTICHE DEL WINTER

Quali sono le caratteristiche salienti dello pneumatico invernale? Una fitta lamellatura, un disegno con apposite “trappole” per la neve, un battistrada di maggior spessore e contenuti chimici dedicati. Le lamelle hanno molteplici funzioni: aumentano la quantità di neve raccolta e trattenuta per migliorare la “frizione” e quindi la trazione, la frenata e la direzionalità in caso di fondi innevati, fino a creare un effetto “ventosa” su ghiaccio e a ridurre il rumore di rotolamento migliorando quindi il comfort di marcia.

Pirelli Winter

Le cosiddette “trappole” sono invece rappresentate da zone irregolari studiate appositamente per bloccare la neve all’interno del disegno battistrada (effetto “frizione” neve su neve), così come il maggior spessore del battistrada stesso. Sotto ai 4 mm però, il movimento del tassello e il volume di neve catturato dalle lamelle e dagli incavi raggiungono il limite e le prestazioni iniziano a decadere, motivo per il quale si consiglia la sostituzione delle gomme, anche se, per legge, il limite legale di utilizzo resta comunque fissato a 1,6 mm di battistrada residuo.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia