Pneumatici invernali: l'appello lanciato da Assogomma
 

Sì agli pneumatici invernali: l’appello di Assogomma


È tempo di pneumatici invernali. Mercoledì 15 novembre scatta l’obbligo delle dotazioni winter in numerosi tratti extraurbani dell’Italia, e Assogomma, insieme a Federpneus, ha promosso la campagna “Inverno in Sicurezza” proprio per ribadire l’importanza del cambio.

pneumatici invernali Assogomma

Abbiamo sottolineato nelle settimane scorse l’importanza di adottare gomme winter nella stagione fredda e questo appello, patrocinato dal Ministero dell’Interno e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e sostenuto da diverse associazioni della filiera, tra cui ACI e Aniasa, lo conferma ulteriormente.

FREDDO E PNEUMATICI INVERNALI

Assogomma sottolinea che quando la temperatura scende sotto i sette gradi, una dotazione invernale offre maggiori garanzie di aderenza, frenata a comfort. Temperatura che adesso viene già raggiunta nelle ore mattutine e serali.

Approfondisci: la campagna estiva Vacanze Sicure

C’è poi un altro tema fondamentale, soprattutto per i gestori delle flotte aziendali: adottare un doppio treno di gomme (estive e pneumatici invernali) contribuisce a far risparmiare in termini di costi d’esercizio della vettura. Questo perchè utilizzare le gomme giuste nella stagione giusta (e con la giusta pressione di gonfiaggio) aiuta a contenere i consumi di carburante.

COME RICONOSCERE GLI PNEUMATICI INVERNALI

Gli pneumatici invernali si distinguono dagli altri per la marcatura M+S (mood and snow, ovvero fango e neve), spesso accompagnata da un pittogramma alpino. È proprio quest’ultima la marcatura che contraddistingue le gomme winter con le migliori prestazioni sulla neve.

A livello di design, la gomma invernale, ovviamente, presenta un battistrada caratterizzato da una più fitta lamellatura rispetto a quella estiva.

DOVE MONTARE GLI PNEUMATICI INVERNALI

La raccomandazione di Assogomma è quella di affidarsi sempre a uno specialista per il montaggio e lo smontaggio degli pneumatici, ovvero un gommista. Questo perchè un professionista ha tutte le strumentazioni necessarie e aggiornate, fattore importantissimo oggi che i veicoli sono obbligatoriamente dotati di TPMS.

Infatti, una mano meno qualificata può compromettere le funzionalità dei sensori e, in aggiunta, un rivenditore specializzato può anche dare consigli all’automobilista, privato o professionista che sia, sulla gomma migliore da adottare a seconda delle esigenze.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*