A Roma Fiumicino il (ri)lancio di Selezione Italia by Fun Collection Hertz
 

Con Selezione Italia by Fun Collection Hertz è possibile noleggiare 5 nuovi gioielli


Una porta d’accesso alla cultura del Belpaese attraverso una vetrina prestigiosa come quella offerta dall’aeroporto della capitale d’Italia, Roma Fiumicino. Sono i contenuti di un viaggio alla scoperta di Selezione Italia by Fun Collection Hertz, che la società di noleggio a breve termine, attiva da circa sessant’anni sul nostro suolo nazionale, ha regalato alla stampa di settore.

Gli stalli a Roma Fiumicino riservati a Selezione Italia by Fun Collection Hertz

Meta del tour a bordo di uno a scelta tra gli otto modelli attualmente disponibili a listino è stata un’incantevole location lambita dal Mar Tirreno: Palo Laziale, frazione di Ladispoli.

Per il viaggio d’andata la nostra scelta è ricaduta sulla Abarth 124 Spider, che ci ha consentito di godere del sole di una mattinata sgombra dalle nuvi, lasciando che il vento tipico di queste zone corresse tra i nostri capelli. Per il ritorno verso la scalo capitolino, ci siamo invece orientati su Alfa Romeo Stelvio, il primo SUV nella storia del Marchio del Biscione, proposto in anteprima sul canale del car rental da Hertz Italiana.

VIDEO: MASSIMILIANO ARCHIAPATTI, GENERAL MANAGER DI HERTZ ITALIANA

FUN TO DRIVE E MADE IN ITALY RIUNITI IN UN SOLO PRODOTTO

Più che un lancio, quello che ha avuto quale protagonista Selezione Italia by Fun Collection può definirsi un (ri)lancio. Già la scorsa estate, infatti, la società di noleggio aveva inserito tre nomi di tendenza all’interno di una neo-nata rosa di modelli pensati per regalare il più puro ed autentico piacere di guida. Si andava infatti dall’Alfa Romeo Giulia, che ha destato da subito un profondo e convinto interesse da parte del settore delle flotte aziendali, alla 4C, sempre della Casa di Arese, alla Fiat 124 Spider.

Ora alla famiglia si sono aggiunte altre cinque perle sempre legate alla collana del Gruppo FCA: la già citata Abarth 124 Spider, l’Alfa Romeo Giulia Veloce, la 595 Competizione e la corrispondente versione Turismo, entrambe del Marchio dello Scorpione, oltre alla 500 C.

Limitarci ad indicare i modelli sarebbe però riduttivo della filosofia che sottende a Selezione Italia, una Collection che prevede un servizio d’eccellenza su misura, che comprende da un lato la possibilità di saltare la coda all’ufficio dirigendosi direttamente al parcheggio, mentre dall’altro personale dedicato e formato “ad hoc”, in grado non solo di illustrare la composizione del pacchetto, ma di rispondere a qualsiasi quesito riguardante il funzionamento del mezzo scelto.

Abarth 124 spider fun collection hertz

I clienti che sceglieranno una delle vetture di Selezione Italia godranno inoltre di un kit di benvenuto, studiato insieme a partner quali Illy e Touring Club Italiano. L’obiettivo è quello di introdurre subito l’utente nel clima del nostro Paese, giacché, come ha rilevato in fase di conferenza stampa Massimiliano Archiapatti, general manager di Hertz Italiana, “per uno straniero l’auto rappresenta il primo contatto” con un dato territorio.

IN VIAGGIO PER IL PAESE CON SELEZIONE ITALIA BY FUN COLLECTION HERTZ 

Selezione Italia sarà disponibile solo presso alcuni punti di noleggio della società. Uno di questi è l’aeroporto di Roma Fiumicino, coinvolto contestualmente nel progetto “Piazze d’Italia”, che porterà a rivedere la configurazione di spazi già identificati, lasciandosi ispirare dall’andamento di Piazza del Campo a Siena, là dove in estate si corrono le due edizioni del Palio cittadino.

In tutto si parla di otto location. Oltre all’aeroporto dedicato a Leonardo da Vinci, si parla, entro il prossimo mese di settembre, di ultimare i lavori negli uffici Hertz di Via Sardegna, sempre a Roma, nei due scali di Milano (Linate e Malpensa), a Venezia, Firenze, Olbia e Torino.

Per la flotta di Selezione Italia si parla di 600 vetture nella fase di picco sulle 2.500 unità complessive delle Collezioni nel parco societario. Per guidare uno dei modelli occorre avere 25 anni ed aver ottenuto la patente da almeno due anni.

Quanto all’idea di esportare il prodotto all’estero, Massimiliano Archiapatti si è leggermente sbilanciato, parlando di una sfida che appartiene sicuramente alla società. Per il momento, però, non sarà ancora affrontata.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*